Potenza-Catania 2-0: Giosa e Isgrò infliggono il primo stop ai rossazzurri

La gioia di Antonio Giosa, ancora una volta in rete contro il Catania

La gioia di Antonio Giosa, ancora una volta in rete contro il Catania  Foto: Nino Russo

Gara da dimenticare per gli etnei. Il racconto del match del 'Viviani'

TABELLINO:
POTENZA-CATANIA 2-0
Marcatori:
Giosa al 12', Isgrò al 41'

POTENZA (3-4-3): Ioime; Sales, Giosa, Emerson; Ricci (dall'86' Coppola), Dettori (al 78' Iuliano), Panico, Coccia; Longo (dal 56' Ferri Marini), Murano (Viteritti dall'85'), Isgrò (dal 46' Souare). A disp.: Brescia, Breza, Sepe, Di Somma, Viteritti, Volpe, Iuliano, Coppola, Ferri Marini, Nembot, Souare, Arcidiacono. All: Raffaele

CATANIA (4-3-3): Furlan; Calapai, Silvestri, Saporetti (dal 26' Esposito, dal 46' Mbende), Pinto; Dall'Oglio (dal 34' Llama), Lodi, Welbeck; Sarno (dal 59' Mazzarani), Curiale, Di Molfetta (Catania dal 59'). A disp.: Martinez, Esposito, Noce, Mbende, Marchese, Biondi, Bucolo, Mazzarani, Llama, Catania, Di Piazza, Rossetti. All: Camplone

ARBITRO: Daniele Paterna di Teramo.

ASSISTENTI: Mattia Massimino di Cuneo e Claudio Gualtieri di Asti.

AMMONITI: Dall'Oglio al 14', Isgrò al 32'

ESPULSI:

RECUPERO: 3' pt; 3 st;

INDISPONIBILI: França; Barisic e Biagianti

SQUALIFICATI: L. Silvestri


CRONACA PRIMO TEMPO
Il Catania indossa il completo da trasferta, maglia, pantaloncini e calzettoni bianchi con richiami rossazzurri, i padroni di casa con la divisa del centenario con i tradizionali colori rossoblù. Dopo 20 secondi Coccia guadagna un calcio di punizione per il Potenza. Emerson sul punto di battuta, sinistro velenoso, Silvestri mette in angolo. Primo corner della partita per i leoni: mischia in area etnea, si immola Dall’Oglio che respinge col corpo una conclusione pericolosa, dopo che Giosa aveva appoggiato di testa al centro dell’area, poi l’azione si conclude con un tiro alto di Longo. Padroni di casa subito pericolosi.
Al 9’ Isgrò viene servito in area di rigore ma non aggancia, la palla finisce sul fondo.
Al 12’ Giosa batte Furlan, che si era reso protagonista di due parate (una su tiro di Isgrò e una su quello più pericoloso di Murano): angolo dalla destra e gran colpo di testa del difensore (Saporetti se lo perde) che porta in vantaggio i padroni di casa.
Al 14' fallo di Dall'Oglio su Panico: cartellino giallo per il 23 rossazzurro.
In questo primo quarto d'ora è il Potenza a fare la partita, Catania schiacciato e rossoblù galvanizzati dal gol del vantaggio.
Punizione di Emerson al 16' da posizione defilata che mette in difficoltà Furlan che si salva in angolo.
Primo angolo per il Catania al 20'. Ancora angolo per gli ospiti, il cross di Lodi è basso e finisce tra le braccia dell’ex Ioime, all’esordio da titolare in questo campionato.
Al 24’ altra occasione per i padroni di casa: Saporetti si perde Isgrò che si invola all’interno dell’area di rigore, calcia col sinistro e la palla esce fuori di un niente, alla sinistra della porta difesa da Furlan.
Si fa male Saporetti, al minuto 26 Camplone deve ricorrere al primo cambio della partita: esordisce Esposito, assente per squalifica nelle prime due gare.
Minuto numero 28: Ricci raccoglie una respinta della retroguardia avversaria e con il piede destro calcia a volo, il pallone esce fuori di poco, questa volta alla destra della porta del numero 1 rossazzurro.
Sulla destra Isgrò crea diversi problemi alla difesa rossazzurra, l’ennesima galoppata sulla sua corsia produce un’altra occasione ghiotta, con Longo che spreca calciando fuori.
Secondo cambio dopo 34 minuti per il Catania: Llama rileva Dall’Oglio.
Al 38’ prima occasione per il Catania: Sarno crossa dalla destra, Di Molfetta colpisce di testa ma il pallone finisce alto sopra la traversa.
Raddoppio del Potenza al 41’: ancora una sgroppata di Isgrò, devastante sulla destra, l’attaccante potentino si accentra e calcia col sinistro, Furlan non ci arriva e la fera finisce in rete.
Sinistro dalla distanza di Pinto al 48’, palla fuori.
Dopo tre minuti di recupero finisce il primo tempo della gara del "Viviani": il Potenza, che ha messo alle corde il Catania, conduce per 2-0. Ospiti decisamente sottotono, non sono riusciti a creare palle gol degne di nota.

CRONACA SECONDO TEMPO
Doppio cambio a inizio ripresa, uno per parte: il Catania fa esordire Mbende che sostituisce Esposito, che nel primo tempo aveva preso il posto di Saporetti. Nel Potenza in campo Souare per Isgrò.
Al 49’ punizione di Lodi dalla mediana, il capitano dell’Elefante non trova nessun compagno, il pallone finisce lentamente tra le braccia di Ioime.
Al minuto 52 tiro debole dalla distanza per Longo, nessun problema per Furlan. Sul capovolgimento di fronte Di Molfetta impegna Ioime.
Al 56’ cross direttamente sul fondo di Calapai. Altro cambio per i padroni di casa: Ferri Marini sostituisce Longo.
Al 56’ cross direttamente sul fondo di Calapai.
I rossazzurri esauriscono i cambi a loro disposizione: Camplone decide di far entrare Mazzarani, per l’infortunato Vincenzo Sarno e Lele Catania per Di Molfetta.
Al 64’ punizione per il Catania dalla trequarti: la conclusione di Lodi è rimpallata dalla barriera, poi Llama spedisce il pallone alto.
Ancora un cross sul fondo di Calapai ma l’esterno messinese reclama per un angolo.
Al 66’ clamoroso errore di Curiale: Catania recupera palla e mette il numero 11 etneo nelle condizioni di poter battere a rete tutto solo davanti a Ioime, ma l’ex Trapani e Frosinone calcia sul portiere.
Tre minuti dopo Emerson calcia direttamente in porta una punizione, palla fuori alla sinistra di Furlan. Gli ospiti sono da qualche minuto in dieci per via di un infortunio occorso a Lele Catania.
Catania rientra ma zoppica vistosamente.
Al 78' il brasiliano Iuliano prende il posto di Dettori, che esce tra gli applausi del pubblico di casa.Punizione di Lodi all’81, il numero 10 cerca l’incrocio, Ioime si eleva e manda la sfera in calcio d’angolo. Llama dalla bandierina trova Catania che riesce a colpire di testa, il portiere rossoblù manda ancora il pallone in corner. Llama ci prova dalla lunga distanza all'83' ma non impensierisce l'estremo difensore dei padroni di casa.
Doppio cambio nel Potenza che esaurisce le sostituzioni: fuori Ricci e Murano, dentro Viteritti e Coppola.
Al minuto numero 88 Lodi calcia un angolo dalla sinistra, pesca Curiale che di testa non colpisce bene e manda il pallone alto sopra la traversa.
Al 92’ Llama serve Lele Catania che di testa ci riprova ma Ioime blocca senza patemi.
Dopo 3 minuti di recupero il signor Paterna di Teramo fischia la fine dell’incontro. Il Potenza batte 2-0 il Catania raggiungendolo a quota 6 punti in classifica. Passo falso per gli uomini di Camplone, oggi apparsi tutt’altra squadra rispetto a quella vista nelle prime due gare di campionato.