Catania-Juve Stabia: Uno 0-0 dal sapor di sconfitta

La clamorosa occasione fallita da Luka Bogdan

La clamorosa occasione fallita da Luka Bogdan  Foto: Nino Russo

Il racconto dei precedenti catanesi fra rossazzurri e stabiesi.

…la grande delusione
La grande vittoria conseguita la settimana precedente al “Nicola Ceravolo” di Catanzaro aveva dato al Catania di Cristiano Lucarelli la certezza di esser ‘padrone del proprio destino’. Per la promozione diretta in Serie B, infatti, occorreva vincere le ultime cinque partite di campionato, senza curarsi dei risultati del Lecce, formazione destinata a fermarsi alla terzultima giornata per via del turno di riposo imposto dal calendario. È la notte del 9 aprile 2018, il “Massimino” è bardato a festa. Bello, bellissimo, così come non lo si vedeva da tempo. Dai tempi della Serie A, tanto per intenderci. C’è tutto per far bene.

L'ingresso in campo delle due squadre 



L’avversario è la Juve Stabia dell’ex Fabio Caserta, squadra solida e dalla classifica tranquilla che non ha più nulla da chiedere al campionato. Fin dal fischio d’inizio dell’arbitro Zanonato di Vicenza si percepisce che sarà una gara tutt’altro che semplice. La Juve Stabia, che nelle partite precedenti aveva espugnato il “Via del Mare” di Lecce, si arrocca dietro a difesa dello 0-0 iniziale, rinunciando palesemente a giocare. L’atteggiamento delle vespette imbriglia l’Elefante che non riesce a sfondare. Come spesso capita nel calcio, per sbloccare partite ingessate, l’occasione buona capita dai calci piazzati. Al minuto ottanta Ciccio Lodi pennella dalla bandierina un pallone perfetto per la testa dell’arrembante Luka Bogdan. Il perentorio stacco del difensore croato, da posizione ghiottissima, si perde clamorosamente a pochi centimetri oltre il palo destro della porta difesa da un impietrito Branduani. È l’occasione più grande di tutta la partita. Lo 0-0 finale ha lo stesso peso di una sconfitta. La grande illusione generata dal successo di Catanzaro si tramuta in cocente delusione: a quattro turni dalla fine il Catania non è più padrone del proprio destino…

Scintille a fine partita fra Caserta e Lodi 



Tre successi etnei e tre pari
Domenica 17 marzo 2019, alle ore 14.30, andrà in scena il settimo confronto in terra catanese fra i rossazzurri e gialloble. Il bilancio dei sei precedenti registra vede tre successi del Catania, altrettanti pareggi e nessuna affermazione della formazione stabiese. Il primo dei tre successi catanesi risale alla stagione 1948-49: vittoria per 1-0 con rete di Bruno Porcelli. Pirotecnico 4-2 nel campionato 1951-52, l’unico disputato in serie cadetta, firmato dalle reti di Bartolini (doppietta), Brondi e Klein per i padroni di casa, Marra e Di Costanzo per gli ospiti. Infine, il 3 a 1 in rimonta risalente alla stagione 2015-16: vantaggio ospite con Lisi, rimonta dei rossazzurri di Pino Rigoli firmata dalle reti di Caetano Calil, Michele Paolucci e Mimmo Di Cecco. Oltre allo 0-0 dello scorso 9 aprile nell’elenco dei precedenti catanesi ci sono anche due 1-1. Il primo risale alla stagione 1999-2000: vantaggio rossazzurro con Ciccio Passiatore, pari ospite con Di Nicola. Stesso copione nella stagione 2015-16: rossazzurri avanti con Ciccio Bombagi (freschissimo ex gialloblu) pareggio dei campani per mano di Diop.

La rete del 3-1 di Mimmo Di Cecco nella sfida del 2016 



Di seguito il quadro aggiornato delle sfide tra le due compagini in terra catanese dal 1946 ad oggi:

1948-49: Catania-Stabia 1-0 (Serie C)
1951-52: Catania-Stabia 4-2 (Serie B)
1999-00: Catania-Juve Stabia 1-1 (Serie C1)
2015-16: Catania-Juve Stabia 1-1 (Lega Pro)
2016-17: Catania-Juve Stabia 3-1 (Lega Pro)
2017-18: Catania-Juve Stabia 0-0 (Serie C)


BILANCIO
VITTORIE CATANIA: 3
VITTORIE JUVE STABIA: 3
PAREGGI: 0
RETI CATANIA: 10
RETI JUVE STABIA: 5