Virtus Francavilla-Catania, ex: Nunzella il presente

Leo Nunzella, in maglia rossazzurra, contrasta l'allora foggiano Vincenzo Sarno

Leo Nunzella, in maglia rossazzurra, contrasta l'allora foggiano Vincenzo Sarno 

Nuovo appuntamento con la rubrica dedicata ai doppi ex passati e presenti

PRESENTE
In vista della gara fra Virtus Francavilla e Catania, in programma domenica 12 Gennaio 2020 alle ore 15.00, allo stadio “Giovanni Paolo II” di Francavilla Fontana, fari puntati sui doppi ex. Elenco ristretto, con appena cinque nomi, nel quale figura un solo ex attuale. Si tratta di Leonardo Nunzella, esterno mancino passato sotto l’Etna nella stagione 2015-16, la prima post “Treni del Gol”. Nato a Brindisi, il 4 Giugno 1992, il Nunzella rossazzurro è stato uno dei calciatori più positivi di un’annata dai due volti: partenza a razzo, con 4 vittorie e 2 pareggi nelle prime 6 giornate, seguita da una progressiva metamorfosi di una squadra che riuscì ad evitare i play-out per il rotto della cuffia. Nell’annata catanese il buon Leo totalizzò 33 presenze e 2 reti, entrambe su calcio di punizione (a Benevento e Akragas) a risultato ormai acquisito. Alla Virtus Francavilla da gennaio 2018.

Franco Gagliardi, tecnico rossazzurro nel 1997-98 



MI RITORNI IN MENT...EX:
Classica carrellata finale con i doppi ex del passato. Elenco striminzito, nel quale emergono tre calciatori siciliani (due dei quali catanese) cresciuti calcisticamente proprio nel settore giovanile rossazzurro. In difesa ecco quel Giordano Maccarrone, nato alle falde dell’Etna nel 1990, in Puglia nella stagione 2017-18. Catania-Palermo nel reparto avanzato con il catanese Valerio Anastasi, rossazzurro senza grandi soddisfazioni nella stagione 2016-17, e il palermitano Andrea Saraniti, passato nel settore giovanile rossazzurro fra il 2005 e il 2007. Dulcis in fundo Franco Gagliardi, allenatore calabrese a dir poco pittoresco. Originario di Casole Bruzio – paesino di duemilacinquecento anime in provincia di Cosenza – Gagliardi, ha guidato la Virtus nell’Interregionale 1987-88, concludendo la stagione al secondo posto. Dieci anni più tardi, nel campionato di Serie C2 edizione 1997-98, l’esperienza catanese inaugurata con la cocente sconfitta di Trapani: al “Provinciale” di Erice, secco 3-0 per i granata dell’ex Beppe Mosca. Un impatto da dimenticare, prologo di un cammino tortuoso pieno di alti e bassi: dalla vittoria di Crotone, contro una squadra che al termine del campionato conquisterà la promozione in C1 dopo i play-off, alla pesante sconfitta di Tricase per 4-1. Punti estremi di una stagione conclusa a metà classifica: decimo posto a quota 43 in coabitazione con l’Avezzano.