Virtus Francavilla-Catania 0-0: Secondo pari consecutivo in trasferta per gli etnei

Maks Barisic, in campo dal 1'

Maks Barisic, in campo dal 1'  Foto: Nino Russo

Il racconto del match del 'Giovanni Paolo II'

TABELLINO
VIRTUS FRANCAVILLA-CATANIA 0-0
Marcatori: -

VIRTUS FRANCAVILLA (3-5-2): Poluzzi; Delvino, Tiritiello (dal 72' Nunzella), Caporale; Albertini, Mastropietro (dal 94' Marozzi), Zenuni (dal 79' Bovo), Risolo (dal 70' Di Cosmo), Sparandeo; Perez, Vazquez.
A disp.:
Costa, De Luca, Di Cosmo, Calcagno, Nunzella, Marozzi, Castorani, Bovo, Sarcinella, Calcagno, Puntoriere. All. Trocini

CATANIA (4-2-3-1): Furlan, Calapai, Silvestri, Esposito, Pinto; Rizzo, Dall'Oglio (dal 76' Biagianti); Barisic, Di Molfetta (dall'88' Manneh), Biondi (dal 63' Sarno); Di Piazza (dall'89' Curiale).
A disp.: Martinez, Noce, Mbende, Saporetti, Marchese, Biagianti, Manneh, Sarno, Curiale, Distefano. All. Lucarelli.

ARBITRO: Daniele Perenzoni (Rovereto)

ASSISTENTI: Massimo Salvalaglio (Legnano), Riccardo Vitali (Brescia)

AMMONITI: Mastropietro al 7', Tiritiello al 29', Zenuni al 38', Biondi al 62', Delvino al 69'

ESPULSI:

RECUPERO: 0 pt; 5 st

CRONACA PRIMO TEMPO:
Catania in campo con la terza maglia di colore giallo, stesso colore dei calzettoni, pantaloncini azzurri. Padroni di casa, che attaccano da destra verso sinistra, con la tradizionale divisa biancazzurra.
Primo fallo di Dall’Oglio al 1’.
Al 7’ l’arbitro estrae il primo giallo del match: Mastropietro trattiene platealmente Barisic e viene ammonito.
Un’azione da gol per parte per le due squadre: la prima per i siciliani, con un colpo di testa di Biondi parato facilmente da Poluzzi; per i pugliesi, cross dalla sinistra di Perez, Silvestri di testa anticipa bene un attaccante avversario, Furlan fa suo il pallone.
All’11’ la Virtus protesta per un presunto tocco di mano in area rossazzurra, ma guadagnano un pericoloso calcio di punizione dal limite (vertice destro): calcia Zenuni che impegna severamente Jacopo Furlan, che risponde con una gran parata, la difesa etnea libera definitivamente la propria area di rigore. Padroni di casa vicinissimi al vantaggio, negato da un ottimo intervento dell’estremo difensore degli ospiti.
Al minuto 17 clamorosa occasione per il Catania: Di Molfetta, tutto solo davanti a Poluzzi calcia frettolosamente, l’estremo difensore devia in angolo. Un minuto dopo Barisic ci prova dalla distanza, parata facile di Poluzzi. Tre minuti più tardi Barisic serve Biondi, all’interno dell’area di rigore pugliese, la conclusione dell’estremo catanese manca di potenza, pallone ancora una volta tra le mani dell’attento Poluzzi.
Al 23’ Mastropietro calcia con il mancino da fuori area, la sfera finisce alta sopra la traversa. Su capovolgimento di fronte, ancora una chance per gli ospiti, con Barisic che da fuori area calcia sul fondo.
Al minuto numero 26 Di Piazza calcia di potenza dalla distanza, la palla va fuori, alla sinistra della porta difesa da Poluzzi.
Giallo a Tiritiello al minuto 29: dopo aver steso Di Piazza che avviava il contropiede per i siciliani. Secondo ammonito, dopo Mastropietro, per il Francavilla.
Al 31’ un’ottima occasione per i padroni di casa capitata sui piedi di Perez, il cui tiro viene parato da Furlan, che ancora una volta si fa trovare pronto, salvando la porta etnea. Due minuti dopo schema da calcio d’angolo da dimenticare per il Catania: Rizzo, servito dalla corsia di destra, calcia altissimo verso la porta avversaria.
Al 38’ terzo ammonito per i biancazzurri: questa volta è Zenuni a finire sul taccuino del direttore di gara Perenzoni di Rovereto. Il centrocampista, dopo aver rifilato un calcione a Rizzo, protesta contro l’arbitro che aveva fischiato fallo e si becca il giallo.
Due minuti più tardi ancora una buona occasione per il Catania: Di Piazza di testa mette alto di poco.
Al 43’ cross di Albertini dal lato destro, bravo Furlan a intercettare la sfera.
Il primo tempo si conclude senza recupero e a reti inviolate. Gara molto equilibrata e ricca di occasioni da una parte e dall’altra. Buon prova fin qui della formazione rossazzurra, che ha rischiato qualcosa in difesa ma Furlan si è fatto trovare sempre pronto a salvare la propria porta, mentre in avanti è mancato solo il gol.

CRONACA SECONDO TEMPO:
La ripresa comincia senza cambi, in campo ci sono gli stessi 22 della prima frazione.
Dopo 5 minuti gran botta dalla distanza di Vazquez che si stampa sulla traversa. Padroni di casa immediatamente vicini al gol del vantaggio. Catania salvato dalla traversa.
Al 53’ doppia occasione per i pugliesi: Perez prima calcia verso lo specchio della porta, ancora una gran parata dell’estremo difensore rossazzurro, poi tira fuori. Pugliesi davvero molto pericolosi.
Cinque minuti più tardi, ancora una parata di Furlan, che respinge in angolo una conclusione di Mastropietro. Quattro occasioni nel giro di 8 minuti per la squadra allenata da Bruno Trocini.
Al 59’ finalmente si vedono gli ospiti in avanti: cross di Pinto dalla corsia mancina, colpo di testa da dimenticare per Di Piazza, con il pallone che finisce alto di molto.
Al 62’ prima ammonizione in casa Catania: giallo all’indirizzo di Biondi, anche se la decisione del direttore di gara sembra un tantino eccessiva. Lucarelli sostituisce Biondi con Sarno, primo cambio per i siciliani. Ancora un intervento provvidenziale per Furlan, questa volta con i piedi, a salvare la porta da un colpo di testa di Vazquez.
Padroni di casa decisamente più pericolosi degli ospiti nella ripresa.
Minuto 68: Mastropietro tira da fuori area, Furlan blocca senza patemi.
Ammonito Delvino al minuto numero 69.
Trocini effettua un doppio cambio: l’ex rossazzurro Nunzella e Di Cosmo prendono il posto rispettivamente di Tiritiello e Risolo.
Per il Catania Dall'Oglio è costretto a uscire per infortunio, al suo posto Lucarelli manda in campo Biagianti.
Ancora un cambio per i padroni di casa: Bovo per Zenuni.
Lucarelli concede una manciata di minuti a Manneh e Curiale, che sostituiscono rispettivamente Di Molfetta e Di Piazza.
Sono 5 i minuti di recupero concessi dal direttore di gara. Punizione dal limite per la Virtus Francavilla: il pubblico di casa inneggia a Nunzella, ma la battuta dell’ex esterno del Catania finisce sulla barriera.
Al 94' Mastropietro lascia il campo per infortunio, entra Marozzi che appena entrato conclude dalla distanza, ma Furlan para facilmente.
Al 95' Pinto finisce a terra e ha bisogno dei soccorsi, uscirà dal campo in barella, mentre si scatena una rissa tra i componenti delle due squadre.
Il match si conclude a reti bianche. Nella ripresa il Catania è stato meno pungente rispetto al primo tempo, facendosi vedere in poche occasioni all'interno dell'area di rigore avversaria. I padroni di casa invece, dal canto loro, hanno avuto diverse chance per portarsi avanti con il punteggio. Per la squadra di Lucarelli, è il secondo pari consecutivo lontano dal "Massimino".