Focus sul prossimo avversario: la Reggina

Esultanza amaranto in occasione dell'ultimo confronto

Esultanza amaranto in occasione dell'ultimo confronto  Foto: Nino Russo

Il Catania sfiderà gli amaranto al 'Massimino' nel secondo turno dei play-off del girone

A sfidare il Catania nel secondo turno dei play-off del girone sarà la Reggina di mister Roberto Cevoli, ritornato sulla panchina amaranto lo scorso 7 aprile (era stato esonerato il 3 febbraio e sostituito da Massimo Drago). Si giocherà mercoledì 15 maggio, alle 20.30, allo stadio "Angelo Massimino". Passerà al primo turno nazionale la squadra vincitrice al termine dei 90 minuti. In caso di parità non ci saranno né tempi supplementari né rigori, ma si qualificherà la compagine meglio classificata nella regular season, ovvero il Catania, piazzatosi al quarto posto. I calabresi hanno finito il campionato al settimo posto e nel primo turno dei play-off (in programma domenica 12 maggio) hanno affrontato ed eliminato il Monopoli, pareggiando al "Granillo" per 1-1. Al vantaggio degli ospiti con l’ex rossazzurro Scoppa ha risposto Ungaro con un gran gol dalla distanza.

--> L’andamento in campionato
Gli amaranto hanno dunque chiuso il campionato in settima posizione, con 52 punti, uno in più del Monopoli e tre in meno della Virtus Francavilla. Alla Reggina sono stati inflitti 4 punti di penalizzazione nel corso del torneo. Le vittorie sono state 16, 8 i pareggi, 12 le sconfitte.
In trasferta i calabresi hanno ottenuto ben 25 punti, piazzandosi al quarto posto nella graduatoria delle gare esterne, dietro a Juve Stabia (37), Monopoli (27) e Catanzaro (26). I successi sono 7: battute Sicula Leonzio (2-1), Casertana (1-0), Matera (6-0), Bisceglie (1-0), Siracusa (2-0), Cavese (1-0) e Vibonese (2-0); 4 i pari: per 1-1 contro Potenza, Viterbese e Monopoli, a reti bianche contro la Paganese; 7 anche i k.o.: 3-0 per il Trapani all’esordio in campionato, 3-2 del Rende, 1-0 per Catania, Catanzaro, Virtus Francavilla, Juve Stabia e Rieti.
Al "Granillo" i tre punti sono stati conquistati ai danni di Bisceglie (1-0), Siracusa (1-0), Paganese (1-0), Rieti (3-2), Vibonese (2-0), Viterbese (3-1), Catania (3-0), Casertana (1-0) e Matera (3-0, a tavolino); i pareggi sono arrivati con Juve Stabia, Trapani e Rende per 1-1, con il Potenza a reti inviolate; corsari Monopoli (1-3), Virtus Francavilla (0-1), Cavese (0-3), Catanzaro (3-4) e Sicula Leonzio (0-1).

--> I numeri
Sempre con riferimento alla regular season, i gol fatti sono 42, quelli subiti 33. Fuori casa ne sono stati messi a segno 20, mentre quelli al passivo sono 15 (seconda miglior difesa da trasferta dopo quella dello Stabia che ne ha subite 9 lontano dal "Menti").
I marcatori: Sandomenico (7), Tassi (5), Bellomo (4), Strambelli, Duombia, Tulissi e Viola (3), Baclet, Solini e Ungaro (2), Martiniello, Kirwan, Conson, Franchini, Mastrippolito (ceduto al Sassuolo), Bonetto (in forza al Rende) e Redolfi (1). Un’autorete a favore: quella di Maciucca, nell’ultima gara giocata e vinta in trasferta con la Vibonese.

--> L’organico
La società calabrese nel mercato di gennaio si è resa protagonista di una rivoluzione, acquistando ben 9 giocatori e cedendone 7.
Gli arrivi:
- Andrea De Falco, centrocampista centrale proveniente dal Vicenza, con il quale, nel Girone B, ha disputato 16 incontri. Nella sua lunga carriera, ha giocato 7 partite in Serie A con l’Ancona e sempre nella massima serie ha fatto parte degli organici di Fiorentina e Chievo, senza mai scendere in campo. Ha vestito anche le maglie di Matera, Benevento e Bari. Con gli amaranto, dal suo arrivo, è sceso in campo 15 volte, compresa la gara dei play-off.
- Nicola Strambelli, esterno d’attacco, ex di Bari e Matera, fino al 14 gennaio è stato un calciatore del Potenza. In rossoblù ha disputato 15 partite segnando una rete, proprio contro il Catania, il 3 novembre 2018, nella gara della decima giornata vinta per 3-1 dai lucani. Con i rossazzurri si è scatenato anche nella sfida del "Granillo" vinta dai padroni di casa per 3-0, realizzando una doppietta.
- Abdou Doumbia, attaccante francese classe 1990, acquistato dal Lecce, in passato ha giocato con Siena, Parma e Livorno (sotto la guida di Sottil, tant'è che il Catania lo aveva cercato la scorsa estate).
- Nicola Bellomo, centrocampista barese di 28 anni, è giunto in Calabria da Salerno. Con la Salernitana, nell’attuale campionato cadetto, ha una sola presenza. Con la Reggina ha siglato 4 reti in 16 gare. Ex giocatore del Bari, ha esordito in Serie A con la maglia del Torino e ha vestito pure il gialloblù del Chievo.
- Allan Baclet, attaccante di origine ghanese, la scorsa stagione promosso nei cadetti con il Cosenza attraverso i play-off. Con i lupi, in B, ha totalizzato 11 presenze e 2 marcature. Due reti in 13 gare con la casacca amaranto.
Gli altri acquisti sono l’attaccante Antonio Martiniello dall’Olbia, i difensori Matteo Procopio e Daniele Gasparetto, presi rispettivamente da Sudtirol e Ternana, ed il portiere Alessandro Farroni dal Matera.
Tra gli altri tesserati già in organico vi sono: il giovane portiere, classe '98, Alessandro Confente, di proprietà del Chievo; il capitano, Diego Conson, ventinovenne napoletano, difensore centrale, che ha giocato con Sambenedettese e Forlì; Matteo Solini, difensore, classe 1993, cresciuto nelle giovanili di Inter e Chievo, è andato in gol due volte in 31 partite di campionato; Francesco Salandria, centrocampista ventitreenne di Trebisacce (29 presenze), in precedenza ha militato con Akragas e Matera; lo sloveno Urban Zibert, ex di Juve Stabia e Akragas e in passato accostato ai rossazzurri; Tiziano Tulissi, 21 anni, di proprietà dell’Atalanta, esterno d’attacco; Edoardo Tassi, attaccante di 20 anni, arrivato in estate in prestito dall’Ascoli, per lui 5 gol in campionato; chiudiamo con il cannoniere della squadra, Salvatore Sandomenico, campano, arrivato ad agosto dallo Stabia, passato da Siracusa nella stagione 2017/2018, 7 i gol fatti, 4 gli assist.

--> La formazione tipo
3-5-2
Confente;
Solini (Pogliano, Redolfi), Conson, Gasparetto;
Kirwan, De Falco (Marino), Zibert (Salandria), Strambelli, Salandria (Franchini);
Bellomo (Sandomenico, Tulissi), Doumbia (Martiniello, Tassi).

Il tecnico Cevoli nelle ultime 3 uscite (con Casertana in casa, Vibonese in trasferta e con il Monopoli al "Granillo" nella gara di domenica scorsa valida per il primo turno dei play-off) ha schierato il suo undici secondo il modulo 3-5-2, che non era solito adottare nella prima parte di stagione prima di essere esonerato. Il sistema di gioco più adottato dall’allenatore emiliano era il 4-3-3, con le varianti 4-2-3-1 e 3-4-1-2.
Come si può notare, sono diverse le soluzioni offensive per la formazione reggina, ma non solo. Se infatti nel corso del torneo, anche con gli avvicendamenti in panchina, sono stati utilizzati diversi sistemi di gioco è grazie alla duttilità di diversi uomini in organico.