Esposito e Baraye: "Grazie alla società per l'opportunità dataci"

Da sx verso dx: Esposito, Lo Monacoe  Baraye

Da sx verso dx: Esposito, Lo Monacoe Baraye  Foto: CalcioCatania.com

Le parole dei due volti nuovi, tra le fila rossazzurre, nella conferenza pomeridiana a Torre del Grifo

Questo pomeriggio, a Torre del Grifo Village, sono stati presentati i difensori Andrea Esposito e Joel Baraye, due tra i nuovi arrivati in casa Catania. I due ragazzi hanno espresso la loro felicità di far parte dell'organico etneo:

Andrea Esposito:
«Ringrazio la società e il direttore per la possibilità che mi hanno dato. Sono venuto qui pensando di fare la B ma anche se così non fosse sono pur sempre in una società competitiva. Sono diversi anni che non faccio la C, ma il Catania ha una rosa competitiva, che può fare benissimo la B, si può fare bene indipendentemente dalla categoria. Dopo 15 anni da professionista capisci come inserirti in determinati contesti, sono 10 giorni che mi alleno con la squadra e sto iniziando a capire i meccanismi voluti dal mister. Mi trovo benissimo con tutti i miei nuovi compagni, tra gli attaccanti più forti che ho incontrato nella mia carriera metto certamente Ibrahimovic e Di Natale. Ho giocato in nazionale con Biagianti e Mascara, è stata un’esperienza bellissima».

Joel Baraye:
«Ringrazio la società per avermi dato l’opportunità di venire a Catania, spero di trovarmi bene. La scelta di Catania nasce da tempo, fin da quando sono piccolo e stavo in Senegal. Quando si è concretizzata questa possibilità non ci ho pensato due volte. Ancora non sto tanto bene ma quando sarò in forma farò molto di più. Mi sono trovato subito bene con Manneh, siamo in camera insieme e parliamo la stessa lingua. Mi ispiro ad Alex Sandro della Juve. Tatticamente devo lavorare ancora tanto, io sono un terzino offensivo».