Berretti Reggina-Catania 1-3: Distefano e Pecorino (doppietta) gemelli del gol

Gianmarco Distefano, classe2000. ed Emanuele Pecorino, classe 2001

Gianmarco Distefano, classe2000. ed Emanuele Pecorino, classe 2001  Foto: CalcioCatania.com

Sabato prossimo gara di cartello a Siracusa (al primo posto con Catania e Trapani) per definire le gerarchie delle classifica

È andata meglio di quanto ci si potesse aspettare, ieri al “Santoro” di Villa San Giovanni contro la Reggina, per il recupero della gara della prima giornata: vittoria di grande spessore per la Berretti rossazzurra, propiziata dai gol di Distefano e Pecorino. Il Catania ha trovato una discreta resistenza dei reggini, che soprattutto nel primo tempo hanno cercato la via del gol al pari dei rossazzurri; gli stessi padroni di casa, nella ripresa hanno accennato una reazione che non ha portato loro i frutti sperati. I rossazzurri, con una buona intelaiatura in difesa e a centrocampo, hanno però cercato più costantemente la strada del gol, e in maggior misura nella ripresa, con l’intento di chiudere la gara a loro favore.

LE SCELTE DI RUSSO. Una lunga lista di infortunati costringe Orazio Russo a dare fondo all'intero roster a disposizione della Berretti, che - ricordiamo - vanta in questa stagione ben 33 elementi. Dopo l'esordio di Puglisi al centro della difesa in occasione del pari contro il Monopoli, ecco la prima volta di un altro difensore, il classe 2001 Cucuzza, a far coppia proprio con lo stesso Puglisi; in mediana il ritorno dal primo minuto di Molinari, in prestito dalla Roma. In attacco, assente Licciardello, non mancano certo le soluzioni, anzi Russo propone un tridente di grande spessore con Distefano, Pecorino e Rossitto. Fra i pali nuovamente Fabiani, terzo portiere della prima squadra, unico fuoriquota della rosa; in panchina, assente Buemi, confermato Florio.

PRIMO TEMPO. Tentato subito l'affondo i reggini, ma le prime vere occasioni sono a firma rossazzurra, grazie a Rossitto e Distefano; alla mezzora nuovamente i padroni di casa a tentare la via del gol con La Ragione che scaglia un tiro da fuori cui Fabiani è bravo ad opporsi in tuffo. Il solito mobilissimo Distefano cerca da vicino il gol, ma la traversa nega all'attaccante catanese la gioia del vantaggio. Gol che comunque è nell'aria, propiziato proprio dallo stesso Distefano che - a cinque minuti dalla mezzora - pesca il compagno d'attacco Pecorino che batte inesorabilmente Morabito. Gli amaranto non ci stanno e in meno di quindici minuti arrivano a pareggiare temporaneamente i conti grazie al penalty trasformato da Verdirosi.

RIPRESA. Rigore concesso e rigore guadagnato: non ci vogliono neanche dieci minuti e la punta centrale Pecorino viene atterrata in area, rigore netto per il signor Pasqua. Il rigorista è Distefano, che con un sinistro preciso manda Morabito dalla parte opposta, battendo l'estremo difensore reggino, riportando in vantaggio il Catania. C'è tempo anche per registrare un altro esordio fra i rossazzurri, Bulla infatti lascia il posto in mediana a Lanzanò, prima volta per lui. Gli etnei continuano a lottare su ogni pallone, alla ricerca del gol con cui chiudere la gara; d'altra parte anche la Reggina combatte con tenacia, chiamando Fabiani a risolvere con prontezza qualche situazioni d'allarme. Alla fine sono proprio i rossazzurri che attaccano ancora e ottengono il meritato premio, la rete del 3-1, grazie a Pecorino, che realizza così una doppietta: dapprima respinge Morabito, ma lo stesso Pecorino è lesto a mettere in rete al secondo tentativo.

CLASSIFICA. Catania ora a quota 10 punti in classifica, provvisoriamente al primo posto in condominio con Trapani e Siracusa, grazie al colpaccio dei granata che hanno espugnato il "De Simone": i rossazzurri però vantano il recupero di una gara, più precisamente quella rinviata nel corso della terza giornata contro la Vibonese. Prossimo turno, sabato 10 novembre, sarà proprio il derby d'alta classifica Siracusa-Catania, certamente gara di grande richiamo sul campo del "De Simone".

MARCATORI. E' tanta la voglia e la fame degli attaccanti catanesi, Pecorino, autore della prima doppietta stagionale, e Distefano comandano la classifica dei marcatori rossazzurri, portandosi entrambi a quota tre; a una sola lunghezza dai gemelli del gol, l'altro attaccante Rossitto. Ancora una punta, Licciardello, chiude la graduatoria con un solo gol.

TABELLINO
REGGINA 1-3 CATANIA
REGGINA: G. Morabito; Izzo (1’ st Wernek), Furci, Favasuli (1’ st Suraci), Buonocore, Iacono, Arigò, D’Agostino (1’ st Sottilotta), Verdirosi, La Ragione, Panaia (26’ st Germanò). A disposiione: Larin; Raffa, S. Morabito, Maida, Gatto, Marrone, Longobardo, Giaimo. Allenatore: Modafferi.
CATANIA: Fabiani; Castiglia, Rosalia, Palermo, Cucuzza, Puglisi, Distefano (43’ st Marchese), Bulla (22’ st Lanzanò), Pecorino, Molinari (30’ st Ramella), Rossitto (22’ st Escu). A disposizione: Florio; Algiati, Del Popolo, Zannini, Panebianco, Santapaola, Giuffrida. Allenatore: Russo.
ARBITRO: Pasqua di Vibo Valentia.
ASSISTENTI: Galluzzo e Terace, entrambi di Locri.
RETI: 25’ pt Pecorino, 39’ pt Verdirosi (rig.), 13’ st Distefano (rig.), 37’ st Pecorino.
AMMONITI: Bonocore, Izzo e Morabito (R), Pecorino (C).
RECUPERO: 1’ pt e 4’ st.

IL VIDEO