Rettifica

  Foto: CalcioCatania.com

Precisazioni in merito all'articolo a firma di Enrico Salvaggio e pubblicato sul nostro sito il 2 gennaio 2022.

Con riferimento all'articolo intitolato "Cari soci della Sigi, ma lo sapete cosa potrebbe aspettarvi?" a firma di Enrico Salvaggio e pubblicato sul nostro sito il 2 gennaio 2022, lo stesso autore, unitamente al direttore del sito Salvatore Giovanni Emanuele, chiariscono quanto segue.

La stesura dell'articolo in questione traeva origine da due circostanze: in primo luogo, l'assenza di comunicazioni ufficiali da parte di Sigi in merito all'avvenuto versamento (ed al relativo quantum) della somma indicata nella sentenza dichiarativa di fallimento del Calcio Catania S.p.A.; in secondo luogo, le indiscrezioni pubblicate da altri organi di stampa, secondo le quali non vi era la volontà o la disponibilità, da parte di tutti i soci della Sigi, di contribuire integralmente, in proporzione alle rispettive quote, al versamento medesimo entro il termine fissato dal Tribunale di Catania.
Circostanze che, ad ogni modo, non venivano menzionate nell'articolo: il pezzo, rivolgendosi ai soci della Sigi, offriva delle riflessioni in merito ai possibili sviluppi delle vicende giudiziarie (peraltro dello stesso tenore di quelle offerte da altri giornalisti e opinionisti nelle trasmissioni degli ultimi giorni) e formulava un appello con il quale si invitava la medesima società a rendere pubbliche le proprie determinazioni.

Purtroppo, sono circolate delle ricostruzioni ed interpretazioni improprie, secondo le quali l'articolo avrebbe potuto in qualche modo "suggerire" condotte illecite a discapito della Sigi e dei suoi componenti.
Se tali ricostruzioni vengano ascritte ai toni utilizzati, sicuramente accesi, o al contenuto del pezzo, ce ne scusiamo e con l'occasione affermiamo con fermezza la nostra totale condanna ad ogni forma di violenza o qualsivoglia condotta illecita che venga anche soltanto pensata nei confronti di chiunque.
E proprio per non dare adito ad alcun equivoco, abbiamo ritenuto opportuno rimuovere l'articolo.

D'altronde la storia del nostro sito e dei suoi componenti, incluso l'autore del pezzo, parlano da sé: la nostra mission è sempre stata quella di coltivare la passione per il Catania e per l'informazione sportiva, offrendo un servizio alla grande comunità rossazzurra ed esprimendo opinioni in certi casi anche con fermezza, ma sempre con onestà intellettuale e con il dovuto equilibrio.
Poiché nel caso di specie l'opinione espressa pare aver involontariamente lanciato dei messaggi che non appartengono nella maniera più assoluta al patrimonio morale ed intellettuale di Enrico Salvaggio e dell'intera redazione, facciamo mille passi indietro, scusandoci coi soggetti che dovessero reputarsi lesi ed invitando tutti al massimo rispetto nei confronti della Sigi.
Tanto si doveva.

Salvatore Giovanni Emanuele - Enrico Salvaggio - La redazione di CalcioCatania.com