Lepore: "Il 3-0 dell'andata brucia ancora"

Il capitano del Lecce Franco Lepore, giovedì 18 gennaio, è intervenuto in sala stampa a Martignano per rispondere alle domande dei giornalisti sul momento dei salentini e sul big match di domenica 21 gennaio contro il Catania, secondo in classifica, al "Via del Mare".
Le parole del centrocampista giallorosso:

«Se si va a più sette non è ancora finito il campionato, perché ci sono altre partite importanti e ogni partita è fondamentale a prescindere dall’avversario. Giochiamo contro la seconda della classe nonché l’unica squadra che ci ha battuto. Ci stiamo allenando serenamente. Il mister ci carica nel modo giusto, sappiamo come affrontare questa partita. Come clima la gara col Catania mi somiglia molto a quella col Foggia quando perdemmo 4-0 in trasferta e poi abbiamo vinto 3-1 in casa (stagione 2015/2016, ndr). Il 3-0 dell’andata brucia anche perché è stata l’unica sconfitta e con un punteggio pesante, quindi ci vogliamo rifare. Se ripensiamo a quella partita, non ci hanno massacrato come si potrebbe credere dal risultato. Alcuni episodi hanno fatto la differenza, anche se loro sono stati bravi a farli girare a loro favore. Siamo due squadre esperte, sappiamo come affrontare certe partite. Noi abbiamo due risultati su tre, ma credo che nessuno scenderà in campo per pareggiare, quindi credo sarà una bella partita. Loro vorranno imporre il proprio gioco cercando di metterci in difficoltà, ma anche noi vogliamo fare lo stesso. Al Catania, se dovessi togliere un giocatore, toglierei Lodi. Cercheremo di ripagare il nostro pubblico con una prestazione eccezionale. Secondo me chiunque arrivi dal mercato sarà accolto da un gruppo eccezionale e ben venga se può alzare l’asticella per migliorarci».