"Ripescabili" al giro di boa: chi c’è in vetta?

Un flash di Robur Siena-Catania

Un flash di Robur Siena-Catania   Foto: CalcioCatania.com

I numeri alla pausa invernale di Catania, Ternana, Robur Siena, Novara, Pro Vercelli e della 'riammissibile' Entella

Le chiamavano così...
Per buona parte dell’estate appena trascorsa, in verità anche fino ad autunno inoltrato, Catania, Novara, Robur Siena, Ternana e Pro Vercelli hanno vissuto nel limbo dell’incertezza su quale sarebbe stata la categoria di appartenenza alla stagione 2018/19. Permanenza in Serie C o ripescaggio in cadetteria? Quesito amletico, da perderci il sonno, che anche a distanza di mesi (non tantissimi, a dire il vero) fa riapparire un’emicrania mai del tutto svanita. Queste cinque formazioni, ovvero le famigerate ripescabili, hanno condiviso anche un avvio di stagione traumatico, ben diverso rispetto alle altre compagini presenti nei rispettivi gironi di terza serie. Partenze a singhiozzo, figlie delle scellerate (non) decisioni e di rinvii continui dei palazzoni del calcio, con gare su gare da recuperare, inserite in un calendario mai così serrato.

Volendo stilare una graduatoria di chi ha fatto meglio fra le ripescabili al giro di boa (a cui bisogna aggiungere anche la prima giornata del girone di ritorno) vien fuori il 'sesto incomodo', ovvero quella Virtus Entella, la ‘riammissibile’, che fino all’ultimo sperava di esser riammessa in Serie B come ventesima. In base alla media punti a partita i biancocelesti di Chiavari comandano questa immaginaria classifica con un rispettabilissimo 2,14, figlio dei 30 punti raccolti nelle 14 gare disputate fino a questo momento. L’Entella, sesta della classifica del girone A in coabitazione col Pisa (toscani con 5 gare in più!), viaggia ad appena sei punti dalla vetta occupata proprio da una delle cinque ripescabili (la Pro Vercelli) nonostante le sei gare ancora da recuperare. Media leggermente inferiore quella della compagine piemontese, 2 punti a partita, capolista con il Piacenza in virtù di 36 punti in 18 gare. Due le gare ancora da recuperare dalla Pro dell’ex rossazzurro Vito Grieco, rispettivamente con Pisa e proprio con l’arrembante Virtus Entella.

Fra piemontesi e liguri s’incastrano i 2,05 punti a partita del Catania di Andrea Sottil. La formazione etnea, unica fra le ‘ripescabili’ inserita nel raggruppamento meridionale, ha totalizzato 37 punti in 18 gare, con una gara ancora da disputare (quella relativa alla nona giornata, con la Viterbese Castrense) il cui recupero non è stato ancora calendarizzato. Al quarto posto, sempre della classifica media punti a partita, trova posto la Robur Siena con il suo 1,72. I toscani, 31 punti in 18 gare, sono al momento al quinto posto nel girone A con due gare da recuperare. Media leggermente inferiore per la Ternana di Gigi De Canio: 1,66 punti a partita frutto di 30 punti in 18 gare, con equivalente quinto posto in classifica nel girone B a -10 dalla vetta (occupata dal Pordenone) con due gare da recuperare. Chiude malinconicamente il Novara, decima forza del Girone A con 26 punti in 19 match (una gara da recuperare), con la media punti a partita più bassa di tutte: 1,36.

Nel dettaglio la classifica secondo la media punti a partita:

Virtus Entella 30 punti in 14 gare (media: 2,14 punti a partita)
Catania 37 punti in 18 gare (media: 2,05 punti a partita)
Pro Vercelli 36 punti in 18 gare (media: 2 punti a partita)
Robur Siena 31 punti in 18 gare (media: 1,72 punti a partita)
Ternana 30 punti in 18 gare (media: 1,66 punti a partita)
Novara 26 punti in 19 gare (media: 1,36 punti a partita)