"Memorial Massimino" tra Catania e Novara, perché no?

Memorial Massimino con i piemontesi (Grafica a cura di Bruno Marchese)

Memorial Massimino con i piemontesi (Grafica a cura di Bruno Marchese)  Foto: CalcioCatania.com

Auspicabile il ritorno estivo del trofeo dedicato al Presidentissimo con i piemontesi come graditi ospiti

Stasera col Biancavilla…
L’euforia per l’ormai prossima riammissione del Catania in Serie B, scaturita dal verdetto di ieri della CAF, ha mandato in visibilio un’intera città che faticava a rassegnarsi all’idea di disputare il quarto campionato di fila in terza serie. Un annuncio atteso, sperato, giunto nel tardo pomeriggio di ieri, con ancora il sole a distribuire gli ultimi sprazzi di luce di un 1 agosto 2018 che è entrato prepotentemente nella storia rossazzurra. Una riammissione, dal sapore simile a quello di una promozione, che verrà festeggiata questa sera allo stadio “Angelo Massimino” con un allenamento condiviso contro il Biancavilla – test già programmato da qualche giorno, anche se originariamente nella location di Torre del Grifo – che sarà preceduto dalla presentazione del Catania 2018-19 al Popolo Rossazzurro, con quest’ultimo che potrà accedere liberamente all’impianto di Piazza Spedini senza pagare alcun biglietto. Un’iniziativa assai lodevole, quella proposta dalla società di Via Magenta, per festeggiare al meglio l’evento assieme ai tifosi catanesi.

…domani col Novara?
Senza nulla togliere al Biancavilla, formazione che parteciperà al prossimo campionato di Eccellenza Siciliana, sarebbe auspicabile organizzare un incontro amichevole con il Novara. La società piemontese, attraverso il ricorso presentato al TFN sui criteri dei ripescaggi che escludevano le formazioni penalizzate per illeciti amministrativi, ha sostanzialmente aperto come un vero e proprio ariete le porte della Serie B al Catania. Così, come fatto spesso e volentieri nel corso degli anni passati, con una serie di articoli ad hoc, la redazione di CalcioCatania.Com, da sempre attenta alla storia dell’Elefante, si fa portavoce di un possibile incontro tra i rossazzurri e il Novara. Un’esibizione, dai toni festivi, che potrebbe coincidere con il ritorno del Memorial Angelo Massimino nella sua naturale collocazione, quella estiva, proprio in prossimità dell’inizio del campionato. In tutta verità, il ripristino del trofeo dedicato all’indimenticato Presidentissimo, avvenuto lo scorso gennaio con la gara contro gli svizzeri del Sion dopo un’attesa lunga 13 anni, non è stato così come ce lo aspettavamo: spalti semi deserti e un’atmosfera che di festa aveva poco e nulla. Una “vittoria” a metà che potrebbe esser completata proprio con un nuovo appuntamento nel quale potrebbero esser presentati altri volti nuovi. Infatti, con il ritorno del Catania in cadetteria, e con il mercato che per la Serie B si concluderà alle ore di venerdì 17 agosto, siamo sicuri che la dirigenza di Via Magenta metterà a segno dei colpi di categoria per rafforzare ulteriormente l’organico affidato a mister Andrea Sottil.

…e se fosse il Lecce?
In alternativa ci sarebbe l’amichevole contro il Lecce, grande rivale dei rossazzurri nello scorso campionato di Serie C, così come concordato lo scorso 12 febbraio al termine dell’incontro di Firenze tra il presidente salentino, Saverio Sticchi Damiani, e l’amministratore delegato etneo Pietro Lo Monaco, sotto la “vigile” presenza di Gabriele Gravina, presidente della Lega Pro. Un incontro, al quale prese parte anche il segretario di Lega Francesco Ghirelli, nel quale il presidente Gravina rivolse ai due club un appello a giocarsi il campionato fino al termine, garantendo le migliori condizioni per la sportività tra due dei più prestigiosi club del calcio italiano.