Vibonese-Catania 0-0: scialbo pari, etnei agganciati dal Catanzaro

Luca Calapai

Luca Calapai  Foto: CalcioCatania.com

Il racconto della partita fra ipponiani ed etnei, in campo alle ore 14.30

Calcio d’inizio alle 14.30
Nella ventiquattresima giornata del Girone C di Serie C, quinta del girone di ritorno, il Catania si reca al “Luigi Razza” di Vibo Valentia con il chiaro obiettivo di conquistare i tre punti. Gara ostica per gli etnei, reduci dalla sofferta vittoria interna sul Rende, al cospetto di una Vibonese settima della classe ed imbattuta fra le mura amiche dallo scorso 22 settembre, vittoria del Trapani per 2-0. Calcio d’inizio alle ore 14.30.

Direzione arbitrale
Direzione di gara affidata al signor Paolo Bitonti della sezione A.I.A. di Bologna. Con il direttore di gara, gli assistenti Nicola Nevio Spiniello (Avellino) ed Orazio Luca Donato (Milano). Per il fischietto felsineo si tratta della seconda direzione con il Catania in campo. L'unico precedente risale allo scorso 27 novembre: Matera-Catania 0-2, con reti di Vassallo e Calapai.

Le scelte iniziali
Nella Vibonese mister Nevio Orlandi, dopo l’ampio turnover condotto con il Matera nel turno precedente, ripropone dal primo minuto il classico 4-3-2-1 con Mengoni in porta; Finizio, Camilleri, Malberti e Tito in difesa; mediana a tre con Obodo, Prezioso e Scaccabarozzi; sulla trequarti Taurino e Melillo a sostegno dell’unica punta Bubas.
In casa rossazzurra mister Andrea Sottil dovrà fare ancora a meno di Marotta, Llama, Rizzo e Ciancio.Out anche i giovani Valeau e Mujkic. Tra i convocati spicca il ritorno di Giovanni Marchese, reintegrato nella lista degli over, insieme a Liguori. Nel 4-3-3 di partenza spazio a Pisseri in porta; Calapai, Aya, Silvestri e Baraye; in mediana Biagianti, Bucolo ed Angiulli; tridente offensivo composto da Manneh, Curiale e Di Piazza. Panchina iniziale per Sarno e Lodi.

Formazioni ufficiali
VIBONESE (4-3-2-1): Mengoni; Finizio, Camilleri, Malberti, Tito; Prezioso (dall'85' Altobello), Obodo, Scaccabarozzi (dall'85' Collodel); Taurino (dal 32' Allegretti), Melillo (dal 75' Maciucca); Bubas. A disp.: Zaccagno, Franchino, Silvestri, Donnarumma, Maciucca, Collodel, Ciotti, Altobello, Allegretti, Filogamo, Cani. All: Orlandi

CATANIA (4-3-3): Pisseri; Calapai, Aya, Silvestri, Baraye; Biagianti, Bucolo (dal 66' Brodic), Angiulli (dal 59' Carriero); Manneh, Curiale, Di Piazza (dal 59' Lodi). A disp.: Pulidori, Esposito, Lovric, Marchese, Lodi, Carriero, Brodic, Sarno, Liguori. All: Sottil

ARBITRO: Paolo Bitonti di Bologna

ASSISTENTI: Nicola Nevio Spiniello di Avellino ed Orazio Luca Donato di Milano

RETI:

AMMONITI: Baraye, Camilleri, Tito

ESPULSI:

RECUPERO: p.t. 1'; s.t. 4'

SPETTATORI: 1374 (81 dei quali provenienti da Catania)

INDISPONIBILI: Marotta, Ciancio, Llama, Valeau, Mujkic e Rizzo

SQUALIFICATI: -

DIFFIDATI: Curiale

CRONACA
Giornata assolata al “Luigi Razza” di Vibo Valentia, con temperatura che si attesta attorno ai 15 gradi. Terreno di gioco in discrete condizioni, con qualche irregolarità. Vibonese in campo con la tradizionale casacca a rossoblu, pantaloncini blu, calzettoni blu con risvolto rosso. Risponde il Catania con la tradizionale divisa da trasferta bianca con banda trasversale rossa e azzurra. Circa un centinaio i tifosi del Catania assiepati nella tribuna centrale del "Razza".

PRIMO TEMPO
Prima fase di studio con nessuna azione particolare da segnalare. Il primo squillo degno di nota arriva al sesto: traversone teso di Finizio, colpo di testa di Calapai che si rifugia in angolo. Dagli sviluppi del tiro dalla bandierina la difesa del Catania ha la meglio. Al settimo bello spunto di Manneh lungo l’out di destra: doppio passo che disorienta Tito, tiro cross del gambiano con pallone abbrancato con difficoltà da Mengoni. Sul ribaltamento di fronte destro dalla distanza di Scaccabarozzi che si perde alto sopra la traversa di Pisseri. Al diciassettesimo contatto fortuito fra Calapai e Tito con il difensore della Vibonese che termina a terra con fin troppa facilità, l’arbitro Bitonti lascia correre. Al diciottesimo, dagli sviluppi di un corner, tiro dalla distanza di Melillo senza pretese. Partita molto tattica, con le due squadre che si difendono abbastanza bene senza lasciare spazi agli attacchi avversari. Splendida accelerazione di Manneh al 22’ che supera in velocità Tito costringendo ad un affannoso recupero la difesa calabrese che si rifugia in corner. Due minuti dopo conclusione dalla distanza di Scaccabarozzi con lo stesso esito della precedente: alta sopra la traversa. Al 32’ primo cambio della gara. Nella Vibonese fuori l’infortunato Taurino, in campo Allegretti. Un minuto più tardi prima vera conclusione dell’intera gara con una rasoiata di Bucolo respinta con difficoltà da Mengoni. Catania in crescita. Al 32’ primo cambio della gara. Catania in crescita. Al 41’ primo giallo dell’incontro: provvedimento disciplinare indirizzato al rossazzurro Baraye per un fallo tattico a metà campo, necessario per arrestare sul nascere un pericoloso contropiede dei calabresi. Decretato un minuto di recupero. Al termine dei primi quarantacinque minuti squadre negli spogliatoi sullo 0-0. Partita molto tattica, con pochissime occasioni da segnalare.


SECONDO TEMPO
Squadre in campo per i secondi quarantacinque minuti di gioco, nessun cambio per gli etnei. Al terzo, dagli sviluppi di un calcio di punizione conquistato da Baraye, punizione tesa di Angiulli respinta coi pugni da Mengoni. Prime fasi della ripresa con un Catania che appare più aggressivo e deciso rispetto al primo tempo. Occasionissima per la Vibonese al 13’ con Scaccabarozzi: traversone dalla destra di Finizio che taglia tutta l’area catanese, inserimento del numero 23 rossoblu, destro dai sette metri respinto da Pisseri coi pugni. Al 14’ doppio cambio nel Catania: fuori Angiulli e Di Piazza, dentro Carriero e Lodi. Al 17’ miracolo di Pisseri sul colpo di testa a botta sicura di Bubas, Vibonese vicina al vantaggio. Diciannovesimo, cross pericoloso di Calapai dalla destra, respinta corta della difesa calabrese, conclusione di prima intenzione di Biagianti respinta in mischia dai rossoblu. Al 24' Catania vicinissimo al gol con Aya: calcio di punizione dalla sinistra di Ciccio Lodi, inserimento aereo del numero 4 rossazzurro che da due passi spedisce il pallone sopra la traversa calabrese. Al 26' cambio nel Catania: fuori Bucolo, dentro Brodic. Un minuto dopo bella triangolazione fra Manneh e Calapai conclusa dal piatto sinistro del gambiano con parata a terra di Mengoni. Ventottesimo, conclusione dalla distanza di Luca Calapai che si perde altissima sopra la porta di Mengoni. Catania che spinge in cerca del gol del vantaggio. Al 30' si copre la Vibonese: fuori Melillo, dentro Maciucca. Al trentatreesimo Catania vicino al gol con Ciccio Lodi. Il sinistro su punizione, scagliato dai venticinque metri, si perde di poco alto sopra la porta calabrese. Trentasettesimo, giallo per il rossoblu Camilleri per l'allontanamento del pallone a gioco fermo. Minuto 39: palla rubata da Carriero sulla trequarti calabrese, destro dalla distanza che non produce pericoli alla porta di Mengoni. Spinge il Catania, in cerca del pertugio giusto. Trenta secondi dopo giallo rimediato da Tito per un fallo su Calapai. Al 40' doppio cambio nella Vibonese: fuori Scaccabarozzi e Prezioso , dentro Altobello e Collodel. Decretati quattro minuti di recupero. Al 49', dagli sviluppi di un calcio d'angolo battuto da Lodi, errore di Baraye che innesca un pericolosissimo contropiede per i calabresi sventato all'ultimo passaggio dal provvidenziale recupero di Calapai: un recupero che ha il sapore di un gol. Trenta secondi più tardi arriva il triplice fischio di Bitonti che sancisce la fine della gara.