Reggina-Catania 3-0: Brusca sconfitta per i rossazzurri

Trenino amaranto...

Trenino amaranto...  Foto: Nino Russo

Primo k.o. per Novellino da quando è alla guida dell'Elefante. Il racconto della gara del 'Granillo'

TABELLINO:
REGGINA-CATANIA 3-0
Marcatori: Strambelli al 13' e al 56', Bellomo al 47' su calcio di rigore

REGGINA (4-3-1-2): Confente; Kirwan, Conson, Gasparetto, Seminara (Solini al 79'); De Falco, Zibert (Franchini dall'84'), Marino (dal 70' Salandria); Bellomo (dall'84' Tulissi); Doumbia, Strambelli. A disp.: Vidovsek, Farroni, Solini, Redolfi, Sandomenico, Franchini, Martiniello, Pogliano, Salandria, Ciavattini, Tassi, Tulissi. All: Drago

CATANIA (3-5-2): Pisseri; Aya, Silvestri, Marchese (dal 66' Valeau); Calapai, Bucolo, Lodi (dal 66' Llama), Rizzo, Baraye (dal 50' Sarno); Marotta (dal 59' Curiale), Di Piazza (dal 66' Carriero). A disp.: Bardini, Esposito, Lovric, Valeau, Angiulli, Carriero, Llama, Sarno, Liguori, Curiale, Brodic. All: Novellino

ARBITRO: Luca Zufferli di Udine

ASSISTENTI: Gianluca Sartori di Padova e Patric Lenarduzzi di Merano

AMMONITI: Baraye al 12', Lodi e De Falco al 25', Silvestri al 45'

ESPULSI: Curialle all'88'

RECUPERO: 0' p.t.; 3' s.t.

INDISPONIBILI: Procopio e Viola; Manneh (in Nazionale) e Di Grazia

DIFFIDATI: Gasparetto, Franchini e Salandria; Marotta

SQUALIFICATI: Baclet

NOTE: Spettatori 9.035; Settore Ospiti 311.

CALCIO D’INIZIO ALLE 14.30
Allo stadio "Oreste Granillo" di Reggio Calabria si affrontano Reggina e Catania, in occasione della trentaduesima giornata (tredicesima di ritorno) del Girone C del Campionato di Serie C. I rossazzurri, con Novellino in panchina, sono reduci da due vittorie consecutive, a Catanzaro e in casa contro la Juve Stabia, e da un pareggio, nella gara d’esordio del nuovo tecnico, quella contro il Potenza al "Massimino". In classifica, staccato il Catanzaro di 6 punti (anche se i calabresi hanno una partita in meno e dovranno prendersi i tre punti con il Matera), gli etnei, a quota 57, sono a meno 4 dal Trapani che oggi riposa e a 6 lunghezze dalla vetta, occupata sempre dalla Juve Stabia che sarà impegnata lunedì sera, in posticipo, in casa contro il Rieti; gli amaranto, dal canto loro, sono quattordicesimi, con 33 punti. Quelli conquistati sul campo sono però 41 (8 i punti di penalizzazione inflitti ai calabresi): 11 vittorie, 8 pareggi e 10 sconfitte. La squadra di Drago non vince dalla prima panchina del neo allenatore, l’11 febbraio al "De Simone" contro il Siracusa (0-2), poi 3 pareggi e 2 sconfitte. I play off distano 7 punti.

CRONACA PRIMO TEMPO:
Al "Granillo" il manto erboso si presenta in ottime condizioni. Gran tifo sugli spalti. Padroni di casa in completo amaranto, ospiti con la divisa bianca da trasferta, con strisce trasversali rossazzurre. Gli etnei, in questo primo tempo, attaccheranno da destra verso sinistra. Al 4° minuto prima conclusione dalla distanza per i padroni di casa con Bellomo, ma il pallone si spegne sul fondo. Ancora Reggina in avanti, questa volta è Doumbia a cercare di impensierire Pisseri, la sua conclusione è deviata in angolo dalla difesa dell’Elefante. Al settimo viene negato un calcio d’angolo a Bucolo che copriva la sfera toccata per ultimo da un difensore avversario, l’arbitro comanda la rimessa dal fondo. Gran parata di Pisseri al 9° su colpo di testa di Bellomo, ma il numero 30 amaranto era in posizione irregolare. Punizione per gli uomini di Novellino all’undicesimo, batte Lodi dalla sinistra, Conson libera la propria area di rigore. Un minuto dopo Baraye si tuffa all’interno dell’area avversaria, dopo essere stato ben servito da Marotta, l’arbitro estrae il primo giallo del match. Reggina in vantaggio al 13’: cross dalla fascia destra dell’ex Lecce Duoumbia, in area è pronto ad intervenire Strambelli che di sinistro batte Pisseri per l’1-0 dei calabresi. Al 16’ pronta reazione dei rossazzurri, Bucolo calcia col destro, respinge Confente. Angolo per il Catania, Silvestri e Aya intervengono entrambi sul pallone, la Reggina si salva. Marotta giù dopo essere entrato in area, Zufferli lascia proseguire. Al 24’ Rizzo finisce a terra in mezzo al campo, ne nasce una mischia che viene sedata dal direttore di gara che ammonisce Lodi e De Falco. Tre minuti più tardi Calapai prova a far male a Confente dalla distanza, il portiere amaranto blocca senza patemi. Al minuto 34 De Falco calcia col destro da fuori area, palla fuori: conclusione da dimenticare per il centrocampista reggino. Cross dalla corsia di sinistra di Strambelli, per fortuna della formazione etnea nessun avversario interviene in area. Il Catania non riesce a spingere e a far male ai calabresi. Fallo di Calapai all’interno del cerchio di centrocampo, graziato dall’arbitro che non estrae il giallo, solo ammonizione verbale per l’esterno siciliano. Al 38’ ancora padroni di casa pericolosi, tiro dal limite dell’area col mancino di Strambelli, Pisseri respinge coi pugni. Al 43’ si rivede in avanti l’Elefante, che conquista un angolo con Baraye: batte Lodi, Marchese calcia di prima, ma il pallone va sul fondo, alla destra di Confente. Al 45’ Bucolo mette un buon pallone in area, ma nessuno raccoglie l’assist del centrocampista catanese. Ammonito anche Silvestri per gli ospiti, fallo su Doumbia. Dalla conseguente punizione Strambelli tenta di fare doppietta, ma tira fuori. Il primo tempo si conclude con la Reggina in vantaggio per 1-0 grazie alla rete di Strambelli, al suo terzo gol in questo campionato, il secondo segnati contro i rossazzurri (il primo con la maglia del Potenza). Amaranto che sono apparsi più affamati e più in palla degli etnei, partiti bene ma poi via via si sono spenti col passare del tempo e con i padroni di casa che hanno preso sempre più in mano la gara. Gara comunque ancora tutta da decidere.

CRONACA SECONDO TEMPO:
Pronti via e la Reggina raddoppia ad inizio ripresa. Fallo di Silvestri in area di rigore, che trattiene e stende Doumbia (il difensore già ammonito viene graziato dall’arbitro). Il direttore di gara concede il penalty che batte e trasforma Bellomo, per il raddoppio amaranto. Novellino sostituisce Baraye, già ammonito nel primo tempo, con Sarno. Il Catania è passato alla difesa a quattro, con Marchese e Calapai sulle due corsie. Doppietta di Strambelli al 56’: dormita della difesa rossazzurra che rinvia malamente dall’interno dell’area di rigore, il pallone arriva sul sinistro di Strambelli che a giro realizza un gran gol. Adesso il punteggio è di 3-0. Novellino inserisce Curiale che al 59’ rileva Marotta. Al 66’ gli ospiti esauriscono i cambi a disposizione: dentro Llama, Valeau e Carriero, fuori Lodi, Marchese e Di Piazza. Primo cambio per Drago al 70’: entra Salandria, esce Marino. Al 79’ Solini prende il posto di Seminara, sulla fascia di sinistra della difesa a 4. All’81’ Strambelli cerca la tripletta, ancora un tiro col mancino dalla distanza, questa volta è poco fortunato. Al minuto ottantaquattro doppio cambio per i calabresi: Tulissi e Franchini sostituiscono Bellomo e Zibert. All’88’ espulsione diretta per Curiale per una manata su Strambelli. Sono tre i minuti di recupero nel secondo tempo. Con qualche secondo d’anticipo il signor Zufferli di Udine manda le squadre negli spogliatoi: la Reggina batte il Catania 3-0. Vittoria meritata dai padroni di casa contro un Catania involuto rispetto alle ultime due uscite. Prima sconfitta per Novellino da quando siede sulla panchina rossazzurra.