Palermo-Catania 1-1: Peco-gol evita agli etnei una sconfitta clamorosa

Il gol del pareggio firmato da Pecorino

Il gol del pareggio firmato da Pecorino  Foto: CalcioCatania.com

Il racconto della partita fra rosanero e rossazzurri

DERBY DI SICILIA
Il giorno tanto atteso è arrivato, anche se purtroppo le tribune dell'impianto "Renzo Barbera" di Palermo rimarranno vuote per via delle restrizioni generate dall'emergenza Covid-19. Questa sera, alle ore 21.00, rosanero e rossazzurri saranno faccia a faccia in un Derby di Sicilia che ritorna dopo sette anni di assenza. Sette anni lunghissimi, nei quali è successo di tutto e di più, con retrocessioni d'ufficio che relega il Catania da sei stagioni in terza serie e il fallimento dell'Unione Sportiva Città di Palermo 1987, passaggio quest'ultimo che ha portato alla nascita di una nuova società rosanero: il Palermo FC. Matricole alla mano, sarà quindi un confronto inedito, anche se i colori in campo saranno sempre gli stessi: rosanero da una parte e rossazzurri dall'altra. La gara sarà trasmessa in diretta su Raisport (canale 57 e 58 del digitale terrestre).

DIREZIONE DI GARA
Direzione di gara affidata al signor Luca Zufferli di Udine. Il direttore di gara sarà coadiuvato dagli assistenti Dario Garzelli di Livorno e Francesco Santi di Prato. Quarto ufficiale il signor Francesco Cosso di Reggio Calabria. Per il fischietto friulano si tratterà del quinto incrocio coi rossazzurri. Nei quattro precedenti, una vittoria (5 a 0 alla Cavese nella stagione 2018-19) e tre sconfitte: Paganese-Catania 2-1 del 2016-17, Reggina-Catania 3-0 della stagione 2018-19 e il roboante 5 a 0 di Vibo Valentia del 20 ottobre 2019 che costò la panchina a mister Andrea Camplone.

PALERMO (4-2-3-1): Pelagotti; Almici, Palazzi, Marconi, Corrado; Odjer, Martin; Kanoutè, Rauti, Valente; Saraniti. A disp.: Matranga. All. Boscaglia.
CATANIA (3-5-2): Martinez; Tonucci, Claiton (dal 24' st Emmausso), Silvestri; Calapai, Rosaia (dal 24' st Piovanello), Maldonado, Dall'Oglio (dal 15' st Izco), Pinto (dal 15' st Biondi); Pecorino, Reginaldo (dal 40' st Welbeck). A disp.: Confente, Della Valle, Panebianco, Zanchi, Izco, Welbeck, Biondi, Gatto, Manneh, Emmausso, Piovanello, Vrikkis. All: Raffaele

ARBITRO: Luca Zufferli di Udine.

ASSISTENTI: Dario Garzelli di Livorno e Francesco Santi di Prato.

QUARTO UFFICIALE: Francesco Cosso di Reggio Calabria.

RETI: Kanoute al 15' p.t., Pecorino al 35' st.

AMMONITI: Odjer, Pinto, Almici, Palazzi, Pelagotti, Pecorino

ESPULSI: Guerini

RECUPERO: p.t. 0; st 4'

PRIMO TEMPO
Atmosfera surreale allo stadio "Renzo Barbera" per il primo derby della storia fra Palermo FC e Calcio Catania 1946. Rosanero, ampiamente rimaneggiati, con appena dodici giocatori in distinta, in campo con il 4-2-3-1. Nel Catania mister Raffaele opta per un 3-5-2 con Dall'Oglio in mezzo al campo preferito a Biondi, Reginaldo e Pecorino in avanti. Prime battute di gioco assai spigolose, con molti contrasti in mezzo al campo ma pur sempre nei limiti della regolarità. All'ottavo minuto ci prova il Palermo: punizione dalla trequarti di Almici, stacco aereo di Odjer che termina a lato. All'11' calcio d'angolo pericoloso per il Catania battuto da Rosaia, con Claiton che da posizione defiata non riesce ad inquadrare la porta. Al quarto d'ora rosanero in vantaggio con Kanoute che ribadisce in rete una respinta di Martinez su tiro di Saraniti. Al 24' Palermo vicinissimo al raddoppio: tiro dalla distanza di Odjer respinto dalla difesa rossazzurra, rimpallo che si trasforma in un assist al bacio per Saraniti che da solo davanti al portiere scheggia clamorosamente la traversa. Fase della gara favorevolissima ai rosanero, con un pressing altissimo, Catania in evidente difficoltà. Alla mezzora primo giallo della gara: fallo di Odjer su Dall'Oglio. con l'ex rossazzurro che interrompe una veloce ripartenza del Catania. Un minuto dopo ci prova ancora Saraniti con un tiro di prima intenzione dalla trequarti che si perde di poco a lato. Trenta secondi più tardi episodio da moviola in area rosanero: contatto tra Pinto ed Almici, con il calciatore etneo che rifila una manata all'avversario; giallo per il numero 20. Al 38' ancora Palermo pericoloso con Saraniti che conclude una veloce azione imbastita con Corrado e Rauti. Al 42' Almici ritorna il "favore" a Pinto: manata del rosanero al rossazzurro ed immediato giallo, il terzo della gara. Al 43' altra azione pericolosa dei rosanero: filtrante di Martin, inserimento volante di Valente disturbato da Calapai con la sfera che termina di poco a lato. Primo tempo che si conclude senza recupero coi rosanero meritatamente in vantaggio.

SECONDO TEMPO
Nei primi minuti della ripresa il Catania prova un paio di affondi che producono soltanto confusione in area palermitana. I padroni di casa si fanno vedere dalle parti di Martinez al 3' con il solito Saraniti che non inquadra la porta. Al 6' Saraniti invoca il calcio di rigore per un tocco di mano di Rosaia, l'arbitro lascia correre. Un minuto dopo Pecorino lanciato verso la porta rosanero viene steso sulla trequarti da Palazzi che rimedia il giallo. Il susseguente calcio di punizione, dai trenta metri, viene battuto da Maldonado che spedisce la sfera abbondantemente oltre la traversa. Prova a spingere il Catania, tuttavia senza trovare il varco giusto. Al 13' Catania vicinissimo al pareggio: cross pennellato di Calapai, colpo di testa di Pecorino che spedisce la sfera di poco a lato alla destra di Palagotti. Catania in crescita, Palermo in sofferenza. Al 14' doppio cambio nel Catania: fuori Dall'Oglio e Pinto, dentro Izco e Biondi. Al 16' giallo a Pelagotti per perdita di tempo. Altro cartellino giallo sventolato dal signor Zufferli al 21: ammonizione a Pecorino per un intervento fuori tempo su Saraniti. Al 24' altro doppio cambio per mister Raffaele: fuori Claiton e Rosaia, dentro Emmausso e Piovanello. Al 28' contatto dubbio in area rosanero fra Reginaldo e Pelagotti, l'arbtiro lascia correre. Cartellino rosso mostrato a Vincenzo Guerini per proteste al 31'. Un minuto dopo rosanero vicini al raddoppio con Saraniti: il sinistro del numero 9 fa la barba al palo. Al 35' pareggio del Catania con una rete fortunosa di un caparbio Pecorino, ben imbeccato da Emmausso. Per il numero 31 prima rete con la maglia del Catania. Al 39' paratissima di Martinez sulla conclusione a botta sicura di Rauti. Quinto ed ultimo cambio per gli etnei: fuori Reginaldo, dentro Welbeck. Decretati 4 minuti di recupero. Al 47' azione insista sulla destra con Welbeck e Calapai, palla al limite dell'area rosanero per l'accorrente Biondi che di sinistro non inquadra la porta. Un minuto dopo giallo a Rauti per un fallo tattico su Calapai stoppato in contropiede. All'ultimo istante Catania vicinissimo al colpaccio con Kevin Biondi, splendidamente imbeccato da Piovanello: il numero 21 rossazzurro, solo davanti a Pelagotti, sceglie la soluzione più complicata, sbagliando. Subito dopo triplice fischio del direttore di gara che sancisce la fine delle ostilità: il Derby di Sicilia finisce 1-1