Frosinone-Catania 1-0: le pagelle rossazzurre

Anania salva momentaneamente il risultato per il Catania con una gran parata

Anania salva momentaneamente il risultato per il Catania con una gran parata  Foto: CalcioCatania.com

Le pagelle di “CalcioCatania.com” al Catania che ha perso a Frosinone per 1-0

Le pagelle di “CalcioCatania.com” al Catania che ha perso a Frosinone per 1-0 contro l’undici allenato da Stellone. Partita contrassegnata dalla sfortuna per i rossazzurri. Pochi pericoli per i padroni di casa, Anania salva momentaneamente il risultato con una gran parata.

Anania voto 6,5: Poco impegnato nel primo tempo. Nella ripresa compie una gran parata e rischia pure di farsi male sbattendo sul palo. Poi incassa il gol e nulla può sulla deviazione di Paganini.

Peruzzi voto 5: Sul suo lato soffre la spinta di Paganini. Appare nervoso fin dai primi minuti di gioco e rischia pure l’espulsione. Difende con affanno e non trova mai il fondo per crossare.

Sauro voto 5: Fa a sportellate con gli attaccanti del Frosinone e non bada all’eleganza. Palloni scagliati fuori per far respirare il reparto e togliere le castagne dal fuoco.

Spolli voto 6: Fino al momento dell’infortunio gioca una buona partita. In anticipo sugli avversari se pur con poca precisione quando c’è da rimettere il gioco per far ripartire l’azione dei rossazzurri. Gioca incerottato e finisce per lasciare anzitempo il campo per problemi muscolari. Al 71’ minuto abbandona il terreno di gioco e al suo posto entra Garufi.

Capuano voto 6: Generosa la prestazione del terzino rossazzurro che contro il Frosinone torna a giocare nel pacchetto arretrato. Buona spinta nel primo tempo e qualche giocata pregevole in mezzo al campo. Con la sua rapidità costringe i padroni di casa al fallo sistematico. Al pari di Spolli è costretto a lasciare anzitempo il campo per problemi muscolari. Al 60’ minuto lo sostituisce il polacco Chrapek.

Calello voto 5: Il centrocampista argentino prova a mettere pressione in mezzo al campo ma ci riesce con sufficienza solo nei primi quarantacinque minuti di gioco. Cala alla distanza e si fa sovrastare da Paganini e Crivello che affondano sul suo lato. Lento e impacciato nel far girare palla in mezzo al campo.

Martinho voto 5: Sacrificato ancora a centrocampo con mansioni di copertura. Viene marcato ad uomo e spesso viene atterrato dagli avversari ma l’arbitro Chiffi dirige a senzo unico. Accusa il momento negativo della squadra e anche lui soffre nell’impostazione dell’azione sbagliando spesso suggerimenti elementari. In ritardo su Paganini che batte Anania e sancisce la vittoria per il Frosinone.

Rosina voto 6: Solito impegno a tutto campo per il regista del Catania che tuttavia appare meno lucido rispetto alle precedenti partite. Prova a far salire la squadra ma non riesce negli scambi con i compagni o risulta impreciso nei suggerimenti per i riferimenti offensivi degli etnei.

Leto voto 5: Solo una conclusione in porta degna di nota che impegna Zapppino. Per il resto si limita a difendere il pallone sulla sua corsia dove viene sistematicamente marcato a ruota da due o tre avversari. Egoista in alcune circostanze nel primo tempo quando tenta l’azione personale trascurando i movimenti dei compagni. Esce al 68’ e al suo posto entra Cani.

Castro voto 5: Lento e impreciso. Ha l’occasione buona nella ripresa per partire in contropiede ma spreca malamente. Non si intende con i compagni e viene anticipato puntualmente dagli avversari sia palla a terra che nel gioco aereo.

Calaiò voto 5,5: Prova a fare quel che può in avanti anche se veri e propri palloni giocabili per impensierire gli avversari non ne ha ricevuti. Viene controllato da Blanchard e Russo finendo spesso in posizione di offside.

Chrapek voto 5: Entra al 60’ minuto del secondo tempo per sostituire l’infortunato Capuano. Non trova la posizione e soffre il giro palla del Frosinone.

Cani voto 3: Entra al 68’ minuto al posto di Leto. Sannino lo butta nella mischia per cercare di smuovere qualcosa in avanti. L’albanese dopo solo cinque minuti di gioco pensa bene di reagire ad un fallo dell’avversario beccandosi ingenuamente il cartellino rosso.

Garufi senza voto: Entra al 71’ al posto dell’infortunato Spolli ma dopo solo due minuti dal suo ingresso il Catania si trova in dieci e poi sotto di un gol. Partecipa agli inutili assalti finali del Catania.

All. Sannino voto 6: Costretto a fare a meno di squalificati e infortunati, si ritrova nel corso del match con altri due infortuni e una espulsione, quella di Cani. Lo spirito del primo tempo e l’atteggiamento della squadra faceva ben sperare ma per questo Catania serve solo qualche miracolo in termini di recuperi e per quanto riguarda l’aspetto mentale della squadra che anche oggi poteva, con maggiore convinzione e soprattutto nel primo tempo, mettere in difficoltà un Frosinone che tutto è sembrato tranne che la corazzata che si attendeva alla vigilia.

Arbitro Chiffi voto 5: Dove vede e dove stravede. Il direttore di gara fin dall’inizio appare insicuro nella direzione della gara distribuendo cartellini rossi senza una corretta equità. Giusto il rosso per il fallo di reazione di Ciani.

Frosinone voto 6:La formazione di Stellone senza strafare conquista il bottino pieno contro un Catania già rimaneggiato e sfortunato durante l’incontro. I padroni di casa hanno il merito di gestire meglio il possesso palla rispetto ai rossazzurri e di cercare con convinzione la via del gol nel momento peggiore del Catania.