Focus sul prossimo avversario: la Viterbese

Un flash dell'ultimo precedente al

Un flash dell'ultimo precedente al "Massimino"  Foto: Nino Russo

I laziali saranno ospiti al "Massimino" domenica 15 settembre. Calcio d'inizio alle 15.

Per la seconda gara di campionato al "Massimino" il Catania se la vedrà con la Viterbese, che insieme al Potenza è stata un’altra bestia nera per i rossazzurri nella passata stagione. Due su due infatti sono i successi ai danni degli etnei nel torneo 2018/2019, per 2-0 al "Rocchi" (gara che costò la panchina di Sottil) e per 1-0 al "Massimino". Si giocherà domenica 15 settembre alle 15, per la quarta giornata del girone C della Serie C.
Nelle prime tre gare di campionato i gialloblu hanno ottenuto due vittorie e una sconfitta, come gli etnei. Successi nelle prime due giornate, 2-1 all’esordio in casa contro la Paganese, in gol sono andati Tounkara e Antezza, e il sorprendente 3-1 a Bari: doppietta per Tounkara e gol di Bezziccheri. Nell’ultimo turno è arrivato il k.o. interno contro la matricola Picerno, 1-2 il risultato finale, con rete del solito Tounkara.

--> L’organico
Alla guida dei leoni c’è il tecnico Giovanni Lopez, capitano del forte Vicenza degli anni 90, il quale la scorsa stagione fu uno dei cinque allenatori della Viterbese, così come Antonio Calabro, che il 20 agosto scorso ha risolto il contratto con la società laziale.
Nelle ultime due uscite il portiere titolare è stato il giovane Tommaso Vitali, classe '99 in prestito dalla Ternana, squadra della sua città e nella quale è cresciuto calcisticamente; nella partita d’esordio con la Paganese tra i pali è andato Matteo Biggeri, classe ' 96, cresciuto nelle giovanili dell’Empoli.
Al centro della difesa c’è il capitano Živko Atanasov, ventottenne bulgaro, alla sua terza stagione nel Lazio e alla quinta nel girone C della terza serie: nelle due stagioni antecedenti a quelle disputate con la maglia gialloblu aveva indossato gli stessi colori ma quelli della Juve Stabia (arrivato nel febbraio del 2016). Compagni di reparto sono: il croato Toni Markic, che nei due tornei precedenti ha militato nel Bisceglie e il ventiduenne Federico Baschirotto, acquistato a luglio, proveniente dalla Cremonese. Quest’ultimo non potrà essere della partita al "Massimino" a causa dell’espulsione rimediata nella sfida con il Picerno.
A centrocampo c’è l’esperto Andrea De Falco, anconetano classe 1986, con un passato anche nel Bari, nel Chievo e nel Sassuolo. La scorsa stagione, a gennaio, è approdata alla Reggina dal Vicenza. Con gli amaranto ha accumulato 16 presenze, di cui due nei play off, una al "Massimino" contro il Catania lo scorso 15 maggio. Esterno a destra c’è il pugliese Francesco De Giorgi, classe '90: nello scorso campionato ha totalizzato 36 presenze con i tusci, tra campionato, coppe e play off.
In attacco c’è il bomber senegalese Mamadou Tounkara, preso a titolo definitivo dalla Lazio, nella quale ha giocato nelle giovanili dopo essere approdato dal Barҫa. A 23 anni è l’attuale capocannoniere del girone C della Serie C dopo tre giornate con 4 reti realizzate. In Italia ha giocato anche con Crotone e Salernitana. A far coppia con lui è il ventunenne Michele Volpe, di Benevento, in prestito dal Frosinone. In organico vi è anche Mario Pacilli, ex Lecce, che nello scorso torneo, a Viterbo, ha collezionato 22 presenze e messo a segno 7 gol.

--> La formazione tipo
Mister Lopez ha utilizzato tre diversi moduli in altrettante gare di campionato. Alla prima giornata, in casa contro la Paganese, ha schierato la sua Viterbese con il 4-3-3, con il tridente composto da Tounkara, Volpe e il belga Vandeputte, ceduto gli ultimi giorni di mercato al Vicenza; nella vittoriosa trasferta pugliese, in quel di Bari, ha portato bene il 3-5-2, mentre nell’ultimo turno, in occasione della sconfitta casalinga con il Picerno, i leoni sono partiti con il 3-4-1-2, con Bezziccheri dietro Tounkara e Volpe. La scorsa stagione invece il tecnico romano ha optato per il sistema a rombo, ovvero il 4-3-1-2.

3-5-2
Vitali (Biggeri);
Markic, Atanasov, Baschirotto (Ricci);
De Giorgi, Antezza (Urso), De Falco (Besea), Errico (Corinti), Bezziccheri;
Tounkara, Volpe (Piccinni, Molinaro);