Focus sul prossimo avversario: la Cavese

Giacomo Modica, tecnico dei cavensi

Giacomo Modica, tecnico dei cavensi  Foto: Nino Russo

A Cava de' Tirreni, allo stadio 'Simonetta Lamberti', si giocherà domenica 28 aprile alle ore 15.

Domenica 28 aprile il Catania sarà di scena allo stadio "Simonetta Lamberti" di Cava de' Tirreni dove alle 15 affronterà la Cavese. La gara sarà valida per la penultima giornata della regular season del Girone C della Serie C. I campani, tornati in terza serie dopo 7 anni, sono guidati da Giacomo Modica, da calciatore centrocampista di Palermo, Messina, Licata, Acireale e Atletico Catania.

--> L’andamento in campionato
I biancoblu hanno sin qui disputato un buon campionato e stanno lottando per conquistare un posto nei play-off, traguardo che per una neopromossa dai dilettanti non è da poco. La posizione in classifica è la nona, i punti conquistati sono 46, frutto di 11 vittorie, 13 pareggi e 10 sconfitte. Insieme al Monopoli la Cavese è al secondo posto per quanto riguarda il maggior numero di pareggi nel Girone C. Al primo c’è il Potenza (14), la capolista Juve Stabia ha concluso in parità ben 12 gare.
In casa gli aquilotti hanno ottenuto 6 vittorie: battuti Virtus Francavilla e Trapani per 1-0, 3-1 al Matera, 2-0 al Bisceglie e al Siracusa, 4-0 sulla Paganese; 7 pari: 1-1 con Rieti, Rende, Potenza, Monopoli e Viterbese, a reti bianche con Sicula Leonzio e Vibonese; 4 le sconfitte: 1-0 da Juve Stabia e Reggina, 2-1 dalla Casertana e 2-0 dal Catanzaro.
In trasferta i punti realizzati sono 21: 5 i successi, ai danni di Reggina e Matera per 3-0, ma con i lucani a tavolino, 3-2 a Lentini contro la Sicula Leonzio, 3-1 a Viterbo sulla Viterbese e 1-0 in quel di Monopoli nella sfida del turno pre-pasquale; 6 i pareggi: 0-0 a Rieti, 2-2 contro Paganese, Trapani e Juve Stabia, 3-3 a Rende e 1-1 a Catanzaro; 6 sono anche i k.o. esterni: con Casertana (3-1), Vibonese (2-0), Siracusa (3-1), Catania (5-0), Virtus Francavilla (2-0) e Potenza (4-0).

--> I numeri
I metelliani segnano tanto ma subiscono altrettanto: i gol all’attivo sono ben 41, quelli al passivo 44 (seconda peggior difesa del girone insieme a quella del Rende. La squadra che ha subito più reti è la Paganese, con 70 gol incassati).
Al "Lamberti" i padroni di casa hanno segnato 19 reti, ne hanno "beccate" 12.
I marcatori: Fella (10), Rosafio e Sciamanna (5), Flores Heatley (4), De Rosa (3), Bacchetti, Favasuli, Magrassi e Pugliese (2), Maza, Agate, Bettini, Palomeque e Tumbarello (1). Un’autorete a favore in occasione del pareggio esterno, per 2-2, con la Paganese: il malcapitato a mettere la palla all’interno della propria porta è stato il difensore Luca Piana.

--> L’organico
A difendere i pali dei blufoncé c’è Giuseppe De Brasi, classe '95, arrivato in estate dal Rende, con il quale nella scorsa stagione ha collezionato 14 presenze, beccando 6 gol al "Massimino" in occasione dell'ultima giornata (per poi subirne 5 nello stesso stadio nella sfida d'andata tra etnei e campani del campionato in corso).
In difesa troviamo l’ex rossazzurro Loris Bacchetti (a Catania nella prima parte della stagione 2015/2016, poi ceduto al Monopoli dal quale è giunto in Campania nel mercato dello scorso gennaio). Con la nuova maglia ha giocato 12 incontri "conditi" da due reti. Sulla corsia di destra c’è lo spagnolo Rubén Palomeque, acquistato a luglio dal Linares, compagine della terza divisione spagnola. Agli andalusi è giunto da Bologna, dove ha militato nel settore giovanile. Amedeo Silvestri, palermitano di 27 anni, è un difensore centrale cresciuto nelle giovanili rosanero, che ha vestito anche le maglie di Acireale e Troina. Domenica non sarà della partita perché squalificato.
In mediana agisce il capitano Francesco Favasuli, che in passato ha militato con Messina, Pisa, Salernitana e Juve Stabia. Gioca con la Cavese dal settembre del 2017, quando giunse da svincolato dopo l’esperienza alla Vibonese nella stagione 2016/17. A gennaio in prestito dall’Atalanta è arrivato il giovane Mario Pugliese, 23 anni, che nella prima parte della stagione ha giocato con la Carrarese, nel Girone A della Serie C (13 presenze). Con i cavensi ha messo a segno 2 reti in 6 gare. Un altro perno è Andrea Migliorini, preso ad agosto dall’ACR Messina, che vanta 23 presenze.
Nel reparto offensivo giostra Giuseppe Fella, classe 1993, ex di Avellino, Siracusa e Nocerina. È giunto in biancoblu proprio dai rossoneri nell’estate del 2017. Con 10 centri è il miglior realizzatore della sua squadra. Seguono, con 5 marcature a testa, Marco Rosafio, nato in Svizzera 25 anni fa, ingaggiato dal Messina, e Jacopo Sciamanna, 28 anni, che ha giocato nelle giovanili della Lazio (l’anno scorso 12 presenze e 4 gol con la Reggina).

--> La formazione tipo
Mister Modica opta per il modulo 4-3-3. Come sottolineato sopra, la squadra, nonostante una retroguardia ben coperta, subisce tante reti. Ma tante sono anche quelle segnate. Nella partita di andata con il Catania, giocata al "Massimino" lo scorso 23 dicembre, i campani partirono con il 3-4-3: in porta c’era Vono, il quale fu anche espulso, la difesa a tre era inizialmente composta da Palomeque, Manetta e Bruno, la coppia di mediani fu formata da Favasuli e Migliorini, tridente d’attacco con Sciamanna, Rosafio e Fella. In alcune gare è stato utilizzato anche il 4-4-2.
La formazione tipo:
De Brasi;
Palomeque (Lia, Bruno), Silvestri, Bacchetti (Manetta), Filippini (Ferrara, Licata);
Pugliese, Favasuli (Migliorini), Tumbarello (Logoluso, Nunziante);
Rosafio (Heatley), Fella (Magrassi), Maza (Sciamanna).