Dietrofront Lega: Catania-Rende e tutte le partite di domenica si giocheranno alle 14:30!

Il

Il "motore" del Calcio...  Foto: Nino Russo

Ennesimo cambiamento in corsa che ha prodotto e produrrà disagio a tutti gli sportivi. Occorre maggiore rispetto.

A novanta minuti dalla conclusione della stagione regolare non ci stupiamo più di nulla. Per la seconda volta in pochi giorni cambia l’orario delle partite della trentottesima ed ultima giornata del Girone C di Serie C.

Lunedì 30 aprile, attraverso il comunicato ufficiale 210/DIV, la Lega di terza serie aveva modificato l’orario d’inizio della trentottesima giornata del Girone C – in programma domenica 6 maggio 2018 – “in relazione alle previsioni di possibili alte temperature nelle regioni meridionali nel prossimo fine settimana con possibili conseguenze per la salute dei calciatori”. Il calcio d’inizio, inizialmente fissato per le ore 14:30, era stato posticipato per le ore 20:30.

Passato il giorno di festa del primo maggio, con annesse scampagnate e arrusti e mangia vari, è arrivato qualche ora fa l’inatteso dietrofront attraverso il comunicato ufficiale 212/DIV che ha ripristinato l’inizio delle gare alle 14:30. I motivi di tale ripensamento – secondo quanto si evince dal testo emesso dalla Lega – sono riconducibili ai “recenti aggiornamenti delle condizioni meteorologiche, nonché in ottemperanza alle obbligazioni negoziali precedentemente assunte con gli Operatori della Comunicazione”.

Un pasticciaccio tutto all’italiana, che ha prodotto e produrrà ancora – ne siamo certi – disagi a tutte quelle migliaia di sportivi che abitualmente organizzano il loro tempo in funzione dell’orario delle partite della squadra del cuore. Un aspetto fondamentale quest’ultimo che sembra esser un dettaglio di poco conto per chi regge una barca che fa acqua da tutte le parti. Occorrerebbe più considerazione e rispetto, perché i i tifosi sono il vero motore del calcio.