Catania: dal Vicenza alla Casertana, le 'prime' negli anni con l'uno finale

Matias Silvestre, in azione contro il Palermo, a segno nella prima gara del 2011 contro la Roma...

Matias Silvestre, in azione contro il Palermo, a segno nella prima gara del 2011 contro la Roma...  Foto: CalcioCatania.com

Approfondimento statistico in vista del debutto al 'Pinto' di domani con 'dedica' speciale...

Doppio debutto nel 1961...
Spulciando gli almanacchi, in questo uggioso sabato mattina, la curiosità mi ha spinto a setacciare per bene il totem “Tutto il Calcio minuto per minuto” alla ricerca di tutte le “prime” del Catania negli anni con l’uno finale. Partendo dal 1951, esattamente dal 7 gennaio, vien fuori una sconfitta interna (per 1 a 3) con il Vicenza: illusorio vantaggio etneo con Eraldo Gavazzi, rimonta berica con Gratton (doppietta) e Lerci. Dieci anni più tardi, nel 1961, si gioca addirittura a Capodanno! Al “Cibali” Catania e Bari, con gli etnei avanti per 2 a 1 (doppietta di Todo Calvanese), resistono fino al minuto 72 prima che l’arbitro Genel di Trieste non sospenda la partita per “sopraggiunta oscurità”. Così, il primo match “integrale” del 1961 è quel Napoli-Catania dell’8 gennaio, deciso da una rete del rossazzurro Remo Morelli. Debacle assoluto il 3 gennaio 1971, con il Catania di Massimino e Rubino travolto a San Siro dal Milan con un roboante 4 a 0 firmato da Pierino Prati (tripletta) e da Romeo Benetti.

Altra sconfitta il 4 gennaio 1981, stavolta in quel di Lecce: 2 a 1 per i salentini, per via della doppietta di Giovanni Re e del gol di Lorenzo Barlassina per gli etnei. Nel 1991, il 6 gennaio, il Catania supera al “Cibali” il Casarano per 2 a 1 con reti di Loriano Cipriani e Antonio Schio. Dieci anni più tardi, il 7 gennaio 2001, rocambolesca sconfitta al “Rocchi” di Viterbo, con i padroni di casa (a segno con Rosetti e Masini) che vincono a sorpresa sui rossazzurri (in rete con Massimo Cicconi) portando al secondo e definitivo esonero di mister Ivo Iaconi. Infine, dieci anni fa, il 6 gennaio del 2011, la beffarda sconfitta allo stadio “Olimpico” di Roma contro dell’amato ex Claudio Ranieri, probabilmente nella miglior versione esterna del Catania targato Marco Giampaolo: giallorossi in vantaggio con Marco Borriello, rimonta etnea con Matias Silvestre e Maxi Lopez, controsorpasso capitolino ancora con Borriello e Mirko Vucinic (doppietta) propiziato da alcune vistose sviste arbitrali.

Prima di chiudere, però, sento il bisogno di “soddisfare” quella vocina del mio amico Alessandro Russo (a cui dedico questo articolo) che mi sussurra: “Bello, bello, ma del 1931 e del 1941 che mi dici?”. Risposta. Quattro gennaio 1931, Santa Maria Capua Vetere: Gladiator-Società Sportiva Catania 2-1. Cinque gennaio 1941 Associazione Fascista Calcio Catania-Diaz Bisceglie 1-1, con rete rossazzurra di Umberto Marcoccio. Di Casertana-Catania, di quel che sarà della partita di domani, domenica 10 gennaio 2021, ne parleremo più avanti. Davanti a qualche caffè…

Nel dettaglio:
1951 (7 gennaio): Catania-Vicenza 1-3
1961 (1 gennaio): Catania-Bari 2-1*
1961 (8 gennaio): Napoli-Catania 0-1
1971 (3 gennaio): Milan-Catania 4-0
1981 (4 gennaio): Lecce-Catania 2-1
1991 (6 gennaio): Catania-Casarano 2-1
2001 (7 gennaio): Viterbese-Catania 2-1
2011 (6 gennaio): Roma-Catania 4-2
2021 (10 gennaio): Casertana-Catania…
*Gara sospesa per sopraggiunta oscurità