Catania-Vibonese 3-0: le dichiarazioni dei protagonisti

Marco Biagianti esulta con il

Marco Biagianti esulta con il "pancione" e annuncia l'arrivo di una figlia  Foto: CalcioCatania.com

Gli interventi di Biagianti, Calapai e Aya nel post-gara del "Massimino"

I rossazzurri battono la Vibonese per 3-0, grazie alle reti di Biagianti, Lodi (su calcio di rigore) e Ramzi Aya, portandosi a quota 6 punti in classifica. Il capitano, il centrale e l'esterno Calapai sono intervenuti ai microfoni di UltimaTv al termine del match del "Massimino". Il numero 27 annuncia l'arrivo di una figlia.

Luca Calapai
«Pur essendo forti affrontiamo squadre che ci aspettano e non ci fanno giocare. Oggi era difficile sbagliare davanti ad una cornice di pubblico come quella del "Massimino". Nella ripresa il mister ha cambiato qualcosa, io sono disponibile per ogni esigenza del mister».

«Il nostro è un gruppo importante fatto di giocatori di categorie superiori. In questi mesi abbiamo fatto gruppo, ci aiutiamo, il nostro è uno spogliatoio sereno. Il mister può cambiare anche a partita in corso visto che ha a disposizione tanti giocatori, quando sarò chiamato a giocare più avanti com’è stato per parte della gara di stasera io mi farò trovare pronto».

Marco Biagianti
«Abbiamo fatto una bellissima prestazione contro una squadra ben organizzata. Lo schema d’angolo, attraverso il quale sono andato in gol, lo proviamo spesso con il mister visto che abbiamo dei bravi saltatori. Sappiamo che dobbiamo migliorare tantissimo, abbiamo sbagliato un po’ troppo, possiamo fare di più. Il mister è sempre carismatico, trasmette tanto alla squadra, ci trasmette tanta grinta che per la serie C è importante perché ce ne vuole tanta e questo ci aiuta molto».

«Abbiamo sbagliato un po’ quando avevamo la palla, siamo stati un po’ frettolosi, loro ci attaccavano molto, "Ciccio" (Lodi, ndr) era un po’ oscurato dal loro play, quindi dobbiamo migliorare un pochino su queste cose, complimenti ai ragazzi per la prestazione».

«Quest’anno abbiamo un modo diverso di giocare, lo facciamo di più per via centrali quindi ci capitano più calci di punizione. Io e mia moglie siamo in dolce attesa, arriverà una femminuccia, il nome dovrebbe essere Marta-Zoe».

Ramzi Aya
«Abbiamo passato un’estate particolare, quindi a livello mentale non è stato facile. Da professionisti ci siamo calati nella nostra parte e dobbiamo fare del nostro meglio. Oggi è stato un risultato importante, perché qui si ha l’obbligo di vincere ma non è scontato vincere. Loro ci hanno messi in difficoltà all’inizio, poi abbiamo preso le misure, abbiamo capito i loro movimenti e portato la partita verso la vittoria. Il gol di "Biagio" (Marco Biagianti, ndr) è arrivato, come il mio, anche su palla inattiva, il mister lavora molto sui calci piazzati, perché su azione non è facile segnare sempre, abbiamo dei bravi saltatori quindi lavoriamo molto su questo».

«Non ho preferenze sulla difesa a tre o a quattro, forse a tre riesco ad essere più aggressivo come marcatore, ma alla fine cambia poco perché il mister ci vuole sempre aggressivi, stiamo lavorando per avere dei concetti di fase difensiva di reparto, al di là del modulo. Non voglio fare paragoni con lo scorso anno, non mi va di giudicare lo scorso campionato, noi ci stiamo applicando al massimo per sfruttare determinate situazioni, come i calci piazzati, che possono cambiare l’inerzia della gara».