Catania-Monopoli 1-0: "manita" rossazzurra, è vetta insieme al Lecce!

Il gol di Davis Curiale, una rete da tre punti

Il gol di Davis Curiale, una rete da tre punti  Foto: Nino Russo

Il racconto della gara tra etnei e pugliesi valida per la settima giornata del Girone C di Serie C

CURIALE DECISIVO
Sorpasso doveva essere e sorpasso è stato. Il Catania di Cristiano Lucarelli supera anche il Monopoli (formazione giunta al “Massimino” come unica imbattuta di tutto il Girone C) guadagna dosi la vetta della classifica seppur in coabitazione con il Lecce di Luca Liverani, vittorioso, per 3-2, sulla Sicula Leonzio. Quinta vittoria di fila per il Catania, la terza di fila per 1-0, giunta al termine di una gara che ha ricalcato per lunghi tratti quanto visto a Cosenza lo scorso sabato: partenza bruciante degli etnei, gol realizzato nei primi dieci minuti (Davis Curiale al settimo minuto), atteggiamento accorto a difesa del vantaggio conseguito e risultato blindato dall’ennesima prestazione maiuscola di una difesa sempre più granitica e imperforabile (490 minuti di imbattibilità, appena due gol subiti e miglior difesa della categoria). Un Catania poco spettacolare, ma sicuramente assai solido, cinico, spietato, generoso e combattivo che nonostante l’atteggiamento guardingo non ha concesso spazio e occasioni clamorose al Monopoli, ma che, invece, ha sfiorato più volte la rete del raddoppio. Tutto quello che serve per mettere fieno in cascina, alias i tre punti, e guardare tutti dall’altro. La ricetta giusta per venire fuori dalle torbide acque della Serie C. Grande soddisfazione per gli 11433 spettatori che nonostante la pioggia intensa hanno popolato le tribune dello stadio “Angelo Massimino”. Prossimo impegno per i rossazzurri, dopo il turno di riposo dell’ottava giornata imposto dal calendario, il derby di Siracusa, in programma sabato 14 ottobre. Undici giorni per recuperare le energie spese, migliorare la condizione e per preparare al meglio l’attacco verso la sesta vittoria di fila. Avanti così, Liotru!


Il saluto al Popolo Rossazzurro al termine della gara 



TABELLINO
CATANIA (3-5-2): Pisseri; Aya, Tedeschi, Bogdan; Esposito (dal 71' Semenzato), Caccetta, Lodi (dal 71' Mazzarani), Fornito (dal 64' Bucolo), Marchese (dall'87' Djordjevic); Curiale (dall'87' Ripa), Russotto. A disp.: Martinez, Blondett, Semenzato, Lovric, Manneh, Bucolo,Biagianti, Mazzarani, Djordjevic, Di Grazia, Ripa, Correia. All: Lucarelli

MONOPOLI (3-5-2): Bardini; Bei, Ricci, Barchetti; Rota (dal 79' Souare), Sounas (dall'85' Zibert), Scoppa, Zampa, Mercadante (dal 64' Donnarumma); Genchi, Paolucci. A disp.: Convertini, Ferrara, Longo, Lobosco, Ricucci, Zibert, Russo, Souare, Cappiello. All: Tangorra

ARBITRO: Amabile di Vicenza; Michieli-Sartori

RETI: Curiale al 7'

AMMONITI: Bacchetti, Zampa, Caccetta, Mazzarani

ESPULSI:

RECUPERO: P.t. 1'; S.t. 5'

INDISPONIBILI: Rossetti; Bifulco, Lanzolla, Mavretic

SQUALIFICATI: Sarao (2)

SETTIMA GIORNATA
Operazione sorpasso. Nella settima gara del girone di andata del campionato di Serie C 2017-18 il Catania di mister Cristiano Lucarelli riceve in casa la capolista Monopoli, rivelazione di questo primo scorcio di stagione al pari del Siracusa. I rossazzurri, reduci da quattro vittorie di fila, l’ultima delle quali a Cosenza, hanno come obiettivo di giornata infliggere la prima sconfitta in campionato ai pugliesi – unica formazione ancora imbattuta nel Girone C – e guadagnare la vetta della classifica. Direzione di gara affidata al signor Daniel Amabile della sezione A.I.A. di Vicenza. L'arbitro berico sarà assistito dai guardalinee Matteo Michieli e Gianluca Sartori entrambi della sezione A.I.A. di Padova. Calcio d’inizio alle ore 20:30.


LE SCELTE INIZIALI
Rispetto all’undici di partenza opposto al Cosenza mister Lucarelli, contro il Monopoli, ha apportato sei variazioni: fuori Semenzato, Djordjevic, capitan Biagianti, Mazzarani, Ripa e Di Grazia, dentro Esposito, Marchese, Caccetta, Fornito, Curiale e Russotto. Davanti a Pisseri, confermato il terzetto difensivo composto da Aya, Tedeschi e Bogdan, mentre in mediana l’unico”superstite” del vittorioso match in Sila è l’insostituibile Ciccio Lodi. Sul fronte Monopoli mister Tangorra, privo dello squalificato Sarao e degli infortunati Bifulco, Lanzolla e Mavretic, ha lanciato dal primo minuto l’ex attaccante del Catania Michele Paolucci. Nel 3-5-2 biancoverde spazio anche agli altri due ex rossazzurri: Loris Bacchetti in difesa, Federico Scoppa in mediana Ai fianchi del regista argentino i confermatissimi Sounas e Zampa; sugli esterni Rota e Mercadante, terzetto difensivo completato da Bei e Ricci; Bardini in porta, il bomber Genchi (già 5 reti in campionato) a guidare l’attacco insieme a Paolucci.

Ramzi Aya, perno della retroguardia etnea 



PRIMO TEMPO
Serata tipicamente autunnale a Catania con pioggia fitta e temperatura attorno ai 19 gradi. Nonostante le piogge copiose cadute sulla città etnea negli ultimi giorni il manto erboso del “Massimino” si presenta in condizioni accettabili. Catania in campo con la tradizionale maglia a strisce verticali rosse e azzurre, pantaloncini azzurri e calzettoni neri. Monopoli in maglia bianca con risvolti verdi, pantaloncini verdi con bande laterali bianche, calzettoni bianchi.

Primo squillo della gara al minuto cinque di marca rossazzurra: tacco di Curiale, passaggio filtrante di Caccetta per l’accorrente Russotto, piatto destro in diagonale del numero 7 etneo con il pallone a lato di poco alla destra del portiere del Monopoli. Un minuto e trenta più tardi ancora Russotto, stavolta nelle vesti di assist-man, palla in mezzo per Curiale che non arriva per un soffio. È il prologo al gol che giunge puntuale un minuto dopo: assist al bacio di Marchese per l’accorrente Curiale che da due passi deposita il pallone in rete. Per il numero 11 si tratta del secondo gol in campionato con la casacca rossazzurra. Pronta risposta del Monopoli, al decimo, con un tiro-cross di Rota sul quale Pisseri risponde presente. Dopo un avvio pimpante la partita si “addormenta” per una decina di minuti, con il gioco che ristagna a centrocampo, ben lontano dalle due porte. Al venticinquesimo potenziale azione pericolosa per il Catania: scucchiaiata di Lodi per Marchese, con quest’ultimo anticipato da Russotto, pallone che si perde sulla linea di fondo. Al trentatreesimo primo giallo del match rimediato da Loris Bacchetti, per un fallo di mano intenzionale. Minuto trentasei occasione gol per il Monopoli: azione imbastita da Scoppa, traversone basso di Bacchetti dalla linea di fondo, palla in mezzo per l’accorrente Genchi che di sinistro angola troppo la direzione della sfera che termina fuori sul lato opposto. Catania vicinissimo al raddoppio al 42’ con un sinistro al volo di Russotto, scagliato dall’altezza del dischetto del rigore, con pallone che termina alto di poco. Al termine di un solo minuto di recupero squadre negli spogliatoi con il Catania in vantaggio per una rete a zero. Rossazzurri cinici e spietati, bravi ad ottenere subito la rete dell’1-0 e, successivamente, a difendere al meglio il vantaggio conseguito con la solita difesa granitica.

Andrea Russotto, altra grande prestazione 



SECONDO TEMPO
Ventidue in campo senza alcuna variazione rispetto alla prima frazione di gioco. A differenza del primo tempo, Monopoli in campo con i pantaloncini bianchi e non verdi. Catania che attaccherà verso la porta sito sotto la Curva Nord dello stadio “Angelo Massimino”. Rossazzurri vicini al raddoppio al minuto 49: calcio d’angolo di Russotto, colpo di testa di Curiale appostato sul secondo palo e pallone deviato nuovamente in corner dal portiere pugliese. Al 56’ raddoppio di Curiale annullato dall’arbitro Amabile per un fuorigioco millimetrico dell’ex attaccante del Lecce. Quattro minuti più tardi brivido in area etnea: traversone dalla destra di Paolucci con Bogdan che anticipa Pisseri sfiorando l’autorete. Fase di gioco favorevole ai pugliesi, più aggressivi rispetto ai primi minuti della ripresa, con diverse palle lanciate all’interno dell’area di rigore etnea. Doppio cambio 64’, uno per parte: nel Monopoli fuori Mercadante, dentro Donnarumma; nel Catania fuori Fornito, dentro Bucolo. Sette minuti più tardi altro doppio cambio, stavolta tutto rossazzurro: fuori Esposito e Lodi, dentro Semenzato e Mazzarani. Catania stanco, pallino del gioco in mano al Monopoli che comunque non riesce ad impensierire un Pisseri inoperoso in questa seconda frazione di gioco. Monopoli vicinissimo al gol al 77’ con un sinistro al volo che sfiora il palo alla destra di Pisseri. Forcing dei pugliesi, etnei rintanati nei propri trentacinque metri a difesa dell’1-0. Tangorra si gioca il tutto per tutto: fuori l’esterno Rota, dentro l’attaccante Souare al 79’. Catania vicinissimo al raddoppio all’81’: pennellata di Marchese per Curiale, colpo di testa dell’attaccante etneo che si perde alto da posizione vantaggiosissima. Tiro dalla distanza di Sounas al 85’: destro di prima intenzione che termina a lato. Trenta secondi più tardi proprio il greco lascia il campo, al suo posto lo sloveno Urban Zibert. A tre minuti dalla fine mister Lucarelli si gioca gli ultimi due cambi: fuori Curiale e Marchese, dentro Ripa e Djordjevic. Catania vicinissima alla rete del 2-0 all’89’: palla in mezzo di Djordjevic, assist di Russotto per Mazzarani, destro secco del numero 32 respinto da Bardini, tap in di Ripa deviato in corner da un difensore monopolitano. Dopo cinque minuti di recupero l’arbitro Amabile decretata la fine della partita. Catania batte Monopoli 1-0, sorpassando in classifica proprio i pugliesi. Etnei primi della classe in compagnia del Lecce, vittorioso sulla Sicula Leonzio per 3-2.

L'occasione del possibile 2-0 capitata sui piedi di Ciccio Ripa