Catania-Juve Stabia, ex: da Caserta a Pisseri, da Polito a Mezavilla...

Scintille a fine partita fra Caserta e Lodi nel match dello scorso anno

Scintille a fine partita fra Caserta e Lodi nel match dello scorso anno  Foto: Nino Russo

Nuovo appuntamento con la rubrica dedicata ai doppi ex del passato e del presente

Nella sfida fra Catania e Juve Stabia, in programma domenica 17 marzo alle ore 14.30 allo stadio “Angelo Massimino”, già ricca di spunti interessanti, assume una certezza rilevanza anche il ‘fattore ex’. Nel team stabiese – unica squadra professionistica italiana ancora imbattuta – il passato rossazzurro (e che passato!) porta i nomi, in primis, di Fabio Caserta e Ciro Polito, rispettivamente allenatore e Direttore Sportivo delle vespette. A Catania, nelle vesti di calciatori, i due hanno scritto pagine importanti della storia recente del calcio catanese: 103 presenze e 13 reti per l’ex centrocampista di Melito di Porto Salvo; 34 gettoni per l’ex portiere campano, quest’ultimo vice di Armando Pantanelli nell’anno dell’ultima promozione in A dell’Elefante (che vide Caserta fra i protagonisti assoluti), titolare in massima serie per buona parte del campionato 2007-08 fino all’arrivo di Walter Zenga in panca. Meno intensa l’esperienza in rossazzurro di Adriano Sartorio Mezavilla, alla seconda parentesi stabiese dopo il brillante quadriennio 2010-14 impreziosito dalla promozione in B. Brasiliano, classe 1983, il centrocampista arrivò in Sicilia nel corso del mercato di riparazione 2005, totalizzando appena 6 presenze prima di essere ceduto al Perugia. Sul fronte etneo l’unico ex stabiese ad avere possibilità di scendere in campo è il portiere Matteo Pisseri, in Campania nell’annata 2014-15. Chi sicuramente non ci sarà è Simone Ciancio (a Castellammare di Stabia nella stagione 2013-14) out per infortunio e ‘tagliato’ dalla lista over in favore di Llama.

Una formazione del Catania 1998-99 nella quale spiccano i tre ex stabiesi Bifera, Monaco e Brutto 



MI RITORNI IN MENT…EX
Ampia carrellata finale con gli altri ‘doppi ex’ di Catania e Juve Stabia. Tra i pali trovano posto Francesco Bifera, Patrizio Fimiani, Gennaro Iezzo (nativo proprio di Castellammare di Stabia). Nel reparto arretrato spazio a Marco De Simone, Gennaro Monaco, Nicola Mariniello, Cristiano Biraghi, Loris Bacchetti, Luigi Carillo, Daniele Liotti, Ivano Baldanzeddu e Valerio Nava, quest’ultimo in rossazzurro nella prima parte della stagione 2016-17.

Tanta roba anche in mediana: Pasquale Casale (protagonista in rossazzurro della promozione in B nella stagione 1979-80), Antonio Crusco, Piero Braglia (a Castellammare di Stabia nelle vesti di tecnico, con una promozione in B nel 2011), Umberto Brutto, Marco Capparella, Gael Genevier, Ciro Danucci, Salvatore D’Ancora e Francesco Bombagi, quest’ultimo protagonista assoluto dei due confronti della stagione 2015-16 che lo videro a segno sia all’andata (2-1 per i campani al Menti) che al ritorno (1-1 al Massimino) ma con due maglie diverse.

Nomi importanti anche nel reparto avanzato: Enzo Bellini, Adelchi Malaman, Alessandro Ambrosi, Salvatore Bruno, Stefano Dall’Acqua, Souleymane Doukara, Francesco Nicastro, Giorgio Corona, Fabio Aveni, Gargiulo Alfonso, Paolo Marciano, Elio Calderini e Francesco Ripa. In panchina Guido Mazzetti, Gianni Di Marzio, Pietro ‘Rino’ Santin, Piero Cucchi, Maurizio Costantini, Pippo Pancaro e Pino Rigoli, quest’ultimo a Castellammare di Stabia nella prima parte del campionato 2007-08.