Catania-Fidelis Andria 1-0: le parole dei protagonisti

  Foto: CalcioCatania.com

Le dichiarazioni di Lodi, Mazzarani e Pisseri al termine del match con la Fidelis Andria.

Lodi: “Vittoria meritata, pubblico meraviglioso!”
“La palla pesava tanto, ma non per me. Ero tranquillo, ero sereno e pensavo di far gol anche perché meritavamo la vittoria. Questa squadra oggi ha dimostrato fino alla fine di voler portare a casa il risultato. L’Andria è venuta qui solamente per portarsi via un punto, lo si vedeva dalle loro continue perdite di tempo fino all’88’, hanno avuto qualche contropiede perché noi cercavamo la vittoria in tutti i modi. A parte questi due episodi, dove ci siamo fatti cogliere un po’ sbilanciati, penso che il Catania abbia meritato la vittoria, anche grazie all’aiuto di un pubblico meraviglioso”.

Mazzarani: “Siamo un gruppo unito”
“Oggi era una partita difficile da sbloccare, anche se abbiamo avuto diverse occasioni. Abbiamo dato dimostrazione di essere una squadra unita, un gruppo unito, perché chi ha giocato ha fatto bene, chi è entrato altrettanto bene. È il nostro spirito questo, la chiave importante di quest’anno. Dobbiamo continuare su questa strada. La mezzala? Il mister, già dal ritiro, mi ha chiesto di fare questo ruolo ed io mi sono mentalizzato a farlo. È un tipo di ruolo che ti permette di spingere anche come piace a me, di inserirti e fare gol. Sto lavorando tanto, anche perché rispetto a Biagianti e Caccetta sono meno difensivo, spero di continuare in questo modo per giocare anche dall’inizio”.

Pisseri: “L'atteggiamento è quello giusto”
“L’Andria si è difesa molto bene, noi avevamo tutta la determinazione per sbloccarla subito e forse siamo stati frenati dall’eccessiva frenesia. Proprio per questo in certe situazioni siamo stati poco lucidi, però l’atteggiamento è quello giusto. Sapevamo che giocando così, prima o poi, il gol sarebbe arrivato. Loro sono venuti a giocare qui in un modo completamente diverso rispetto alle precedenti partite fatte in stagione, coperti così come verranno tutte le squadre che giocheranno a Catania. Noi dobbiamo stare tranquilli, anche perché le partite durano novanta minuti. Se le sblocchiamo da subito va bene, altrimenti ci dobbiamo provare fino alla fine, come oggi. Rispetto alla passata stagione vedo una squadra più determinata e consapevole dei propri mezzi. Abbiamo fatto dei grossi passi in avanti, ma occorre lavorare e migliorare ancora. Abbiamo tanta voglia di toglierci delle soddisfazioni”.