Catania-Fidelis Andria 0-0: cronaca e tabellino

Ciccio non mollare!

Ciccio non mollare!  Fonte: CalcioCatania.com

La diretta-live del match valido per la ventunesima giornata del campionato di Lega Pro 2016/17.

CALCIO D’INIZIO ALLE ORE 18.30
Nella seconda giornata del girone di ritorno, nonché ultimo match del 2016, il Catania ospita al “Massimino” la Fidelis Andria. Formazione ostica, quella allenata da mister Giancarlo Favarin, che giunge in Sicilia con una striscia positiva lunga dodici incontri: l’ultima sconfitta dei pugliesi è datata 9 ottobre, 0-2 dal Monopoli). Discorso simile per gli etnei di mister Pino Rigoli, reduci dalla sconcertante scoppola rimediata a Castellammare di Stabia nel turno pre-natalizio, in cerca dell’ottavo sigillo interno di fila che permetterebbe loro di scavalcare in classifica proprio la Fidelis, attualmente al settimo posto con due lunghezze in più rispetto all’Elefante. Direzione di gara affidata al signor Matteo Marchetti di Ostia Lido. Il direttore di gara laziale sarà coadiuvato dagli assistenti Tiziano Notarangelo (Cassino) e Veronica Vettorel (Latina). Calcio d’inizio alle ore 18.30.

PRIMO TEMPO
- Freddo gelido e folate di vento al "Massimino". Catania in campo con la tradizionale casacca rossazzurra, pantaloncini azzurri e calzettoni neri; Fidelis Andria in tenuta gialla e calzettoni bianchi. Calcio d'inizio affidato ai pugliesi. Terreno di gioco piuttosto provato dalle piogge delle ultime settimane.
3' Servito in profondità Russotto da Mazzarani; il numero 10 salta Poluzzi in uscita e da posizione defilata mette il pallone in mezzo, ma prima Di Grazia e poi Barisic falliscono il tap-in vincente.
4' Mbodj di testa su calcio d'angolo va vicino al gol, trovando la risposta di Poluzzi. Sul proseguimento dell'azione Russotto guadagna una punizione interessante nei pressi della bandierina, sul lato destro del terreno di gioco.
8' Calcio d'angolo conquistato dagli ospiti grazie a un intervento di Mbodj. Il cross del mancino Tito è respinto dalla retroguardia rossazzurra.
11' Iniziativa di Tito sulla sinistra. L'esterno della Fidelis dopo aver saltato Di Cecco effettua un traversone raccolto di testa senza troppe pretese da Tartaglia sul lato opposto: il pallone finisce lemme lemme sul fondo.
12' Sugli sviluppi di un calcio di punizione a favore della Fidelis Andria, Rada prova una botta in area di rigore ma viene "murato" dalla difesa etnea.
- Dopo un inizio veemente del Catania, la Fidelis Andria ha preso il controllo del match e sembra maggiormente in grado di gestire il pallone.
20' Altro angolo guadagnato dall'Andria grazie a un'iniziativa nata da Tito sull'out di sinistra. Sugli sviluppi del corner Tartaglia con una sponda di testa libera Volpicelli in area, ma la conclusione del numero 7 in maglia gialla viene respinta da Pisseri.
23' Suggerimento perfetto di Russotto dalla destra per Mazzarani che, in area di rigore, dopo aver controllato il pallone, prova a superare Poluzzi con un pallonetto, ma il tiro è troppo basso per impensierire il portiere avversario. Sul ribaltamento di fronte ennesimo corner conquistato dalla Fidelis Andria grazie a una deviazione di Mbodj che, in queste circostanze, dimostra di non voler rischiare rifugiandosi in angolo.
- Come già visto in occasione della gara contro il Monopoli, Barisic parte del centro per poi allargarsi sulle fasce, favorendo gli inserimenti di Mazzarani.
27' Russotto approfitta di una corta respinta di Colella per liberarsi in area ed andare al tiro da posizione un po' defilata: il pallone si spegne a lato della porta ospite.
29' Tiro sbilenco di Tito dalla distanza, palla ampiamente sul fondo.
34' Incursione pericolosa di Volpicelli in area, il suo assist in mezzo è spazzato via da Mbodj.
38' Di Grazia conquista un corner e lo batte, la respinta della retroguardia ospite finisce sui piedi di Djordjevic che prova a calciare di prima intenzione dal limite dell'area, venendo murato.
43' Brutta entrata di Cianci su Mbodj, ne nasce un parapiglia che si risolve con l'ammonizione dell'attaccante dell'Andria e del catanese Di Cecco. Quest'ultimo, diffidato, salterà la gara di Fondi al rientro dalla pausa.
45' A pochi secondi dal fischio del sig. Marchetti, Di Grazia prova a impegnare Poluzzi con un tiro a giro di sinistro dal lato destro dell'area di rigore, ma la sua conclusione è troppo debole e centrale.
- Fine primo tempo. Diverse occasioni da una parte e dall'altra. Fidelis Andria più brava nella gestione della sfera e pericolosissima sulle ripartenze. Catania incisivo con le giocate individuali ma da rivedere sotto il profilo dello spartito generale.

SECONDO TEMPO
- Nessun cambio da parte dei due tecnici. Nella prima azione della ripresa Mazzarani agisce da trequartista centrale: potrebbe essere una prova tecnica da 4-2-3-1, ma è ancora presto per poter decifrare l'eventuale correttivo tattico.
47' Di Grazia conquista subito un corner ma per due volte il suo traversone viene respinto dall'avversario appostato nei pressi della bandierina.
51' Tiro-cross di Tito dalla sinistra, palla di poco a lato.
- Momento di difficoltà del Catania, schiacciato nella propria metà campo dalla Fidelis Andria, il pubblico di casa comincia a spazientirsi.
61' Rigore per il Catania! Mazzarani lancia Di Grazia spinto in area da Colella: Marchetti non ha dubbi.
62' Si incarica della battuta Mazzarani, che calcia debolmente e centralmente: Poluzzi respinge e si fa trovare pronto anche sul successivo tap-in di Di Grazia.
63' Primo cambio del match, lo opera Favarin: entra Berardino al posto di Minicucci.
64' Mazzarani guadagna un interessante calcio di punizione dal limite dell'area. Intanto è pronto ad entrare Piermarteri.
66' La conclusione di Mazzarani viene ribattuta dalla barriera, ci prova allora Scoppa ma il suo tiro è alto. Dopodiché entra Piermarteri al posto di Di Grazia.
68' Mazzarani lanciato verso la porta della Fidelis Andria viene trattenuto da Rada. Il contatto avviene al limite dell'area e Marchetti assegna il calcio di punizione, ma essendo fallo da ultimo uomo estrae il cartellino rosso nei confronti del difensore ospite.
71' Russotto prova a trasformare la punizione ma calcia addosso alla barriera.
72' Favarin si copre per far fronte all'inferiorità numerica: entra Curcio al posto di Volpicelli.
74' Barisic in area gira verso Djordjevic che calcia al volo ma trova una deviazione avversaria: palla in angolo.
75' Sul cross di Djordjevic dalla bandierina Mazzarani impegna Poluzzi ma Marchetti ferma il gioco per carica del numero 32 nei confronti del proprio marcatore.
- Il Catania ha ormai schiacciato la Fidelis Andria nella propria area di rigore. Favarin si chiude a riccio e spera di difendere il pareggio.
78' Ancora un'occasione per Djordjevic liberato in area dalla sponda di testa di Bucolo: il tiro del serbo è sbilenco e si spegne sul fondo.
82' Scoppa ferma in scivolata Berardino impedendo la prosecuzione di un contropiede della Fidelis Andria: inevitabile il giallo. Subito dopo Rigoli si gioca la carta Anastasi, che sostituisce Mazzarani.
88' Mossa della disperazione di Rigoli: fuori Bucolo, dentro Paolucci. 4-2-4 per l'assedio finale del Catania.
90' Russotto con furbizia guadagna una punizione sulla destra, non molto distante dall'area di rigore. Il suo cross è respinto in angolo dalla difesa ospite.
- Assegnati cinque minuti di recupero.
91' Piermarteri raccoglie una respinta in area di rigore, il suo tiro è deviato ancora una volta in corner. Sugli sviluppi del calcio d'angolo nessuno raccoglie un tiro-cross di Paolucci dalla destra.
93' Cross basso pericolosissimo di Russotto dalla destra che trova impreparato Poluzzi in uscita, ma la difesa della Fidelis Andria riesce a spazzare. In seguito l'arbitro ferma il gioco per i problemi fisici accusati da un giocatore ospite, rimasto a terra.
95' Russotto guadagna un corner a tempo scaduto ma poi lo batte male, spedendo il pallone direttamente sull'esterno della rete. Per Marchetti può bastare: 0-0 tra i fischi del pubblico.
- Il Catania, per larghi tratti del match vittima dell'intelligenza tattica della Fidelis Andria, si sveglia troppo tardi e non riesce a capitalizzare il calcio di rigore conquistato da Di Grazia prima e la superiorità numerica poi.

FORMAZIONI
CATANIA (4-3-3): Pisseri; Di Cecco, Mbodj, Bergamelli, Djordjevic; Bucolo (88' Paolucci), Scoppa, Mazzarani (82' Anastasi); Russotto, Barisic, Di Grazia (66' Piermarteri). A disp.: Martinez, De Rossi, De Santis, Longo, Parisi, Manneh, Silva, Calil, Graziano. All: Rigoli

FIDELIS ANDRIA (3-5-2): Poluzzi; Aya, Rada, Colella; Tartaglia, Matera, Piccinni, Minicucci (63' Berardino), Tito; Cianci, Volpicelli (72' Curcio). A disp.: Pop, Cilli, Imbriola, Allegrini, Msiero, Paolilllo, Mancino, Fall, Starita. All: Favarin

ARBITRO: Marchetti di Ostia Lido; Notarangelo-Vettorel

RETI: -

AMMONITI: Cianci, Di Cecco, Scoppa

ESPULSO: Rada

RECUPERO: 0; 5'

INDISPONIBILI: Fornito e Sibilli; Annoni ed Onescu

SQUALIFICATI: Drausio Gil, Nava, Bastrini e Biagianti; Cruz Pereira

DIFFIDATI: Bergamelli, Di Cecco e Scoppa