Berretti Catania-Reggina 1-0, 12^ vittoria stagionale

Il gol vittoria di Papaserio

Il gol vittoria di Papaserio  Foto: Nino Russo

Un bel colpo di testa di Papaserio su punizione calciata dal subentrato Di Grazia decide la gara

Un solo gol, ma gara mai in discussione per i volumi di gioco espressi dai ragazzi di Pulvirenti, che chiudono un soddisfacente cammino nel girone, caratterizzato da una certa regolarità. Ovviamente, stiamo parlando di ragazzi, non dimentichiamolo, ci sono per tutti ulteriori, evidenti margini di miglioramento. Di certo i giovani rossazzurri escono dal Campo 3 di Torre del Grifo fra gli applausi dei presenti, chiudendo nel migliore dei modi la “regular season”.

IN CAMPO. Ancora assenti Lombardo e Calì, novità nell'undici titolare. Avvicendamento in porta, è il momento di Luigi Manno, portiere di sicuro affidamento, visto all'opera con brillanti risultati durante la scorsa stagione nelle file dell'Under 17 e nell'unica gara in Berretti dove parò un rigore concesso nei primissimi minuti di gara. Riprende il posto da titolare il terzino destro Carmelo Florio dopo un periodo di assenza e, dopo la buona gara di Agrigento, viene confermato Lombardo da play basso, in avanti fiducia al tridente titolare.

IL MATCH. La gara si apre con un martellamento dei rossazzurri soprattutto sulla corsia mancina, Pantò, Condorelli e Napolitano confezionano tre azioni nel volgere di pochi minuti Che Pecorino, lo stesso Napolitano, e Distefano (ottima risposta del portiere avversario) non riescono a tramutare nel gol del meritato vantaggio. Nella seconda frazione di gara i primi cambi colgono direttamente i frutti di un consapevole predominio in campo, il gol vincente infatti arriva grazie al colpo di testa in piena area di rigore del capitano Papaserio, che capitalizza al meglio la bella punizione battuta da Di Grazia, entrato solo due minuti prima. Quello di ieri è il secondo gol stagionale del capitano. Come altre volte si è dato spazio ai giovani 2001 promossi dall’Under 17: Pecorino titolare, poi entrano Licciardello ed Escu, con il gambiano apprezzato per le sue pericolose sortite offensive.



LE CIFRE. Un bel numero di primati contraddistingue la stagione della Berretti, che si assommano a quello di capolista del girone. Due, intanto, quelli a livello dell'intero torneo, il minor numero di sconfitte (soltanto una), condiviso con il Livorno, e la miglior difesa insieme alla Paganese, 8 gol subiti. Nel proprio girone il Catania ha primeggiato in attacco, 30 gol fatti, realizzando - di conseguenza - la miglior differenza reti, +22; invidiabile lo score inerente il maggior numero di vittorie, 12, e altrettante le gare concluse senza reti al passivo per gli estremi difensori rossazzurri, Damiano Fabiani (11 gare, complessivamente) e Luigi Manno.

QUALIFICAZIONE. Fra due settimane scatta il via del Girone di Qualificazione a cinque, il sorteggio delle gare in programma verrà reso noto venerdì entrante. Prima giornata dunque il 21 aprile, a seguire le altre in calendario. Catania e Trapani, prima e seconda del Girone F, se la vedranno - da regolamento - con terza, quarta e quinta del Girone E, Monopoli, Fondi e Juve Stabia; cinque le giornate in calendario, con due gare in casa, altrettante fuori (tutte secche) e una di riposo. La vincente di ognuno dei sei gironi e le due migliori seconde verranno ammesse ai quarti di finale, con gara di andata e ritorno.


CATANIA - REGGINA 1-0

CATANIA: Manno; Florio, Pantò (6’ st Escu), Palermo, Giuffrida, Berti, Distefano (12’ st Licciardello), Papaserio (34’ st Bulla), Pecorino (34’ st Algiati), Condorelli (12’ st Di Grazia), Napolitano. All.: Pulvirenti.
REGGINA: Morabito; Iannò, Calabrese (41’ st Cundari), Miceli (41’ st Gentile), Iacono, Mastrippolito, Bezzon (22’ st Tueto Fotso), Franco (28’ st Leonardo), Valenzise, Novembre, Perricone (22’ st Battaglia). All.: Modafferi.
ARBITRO: Franzò di Siracusa (Agolino e Vasques)
RETE: 14’ st Papaserio.
NOTE: Espulsi Battaglia, Valenzise (somma di ammonizioni) (R). Amm.: Palermo e Florio (C), Iacono, Valenzise e Battaglia (R). Rec.: 0’ pt e 5’ st.